Press "Enter" to skip to content

Articoli pubblicati in “Il disegno nell’arte”

Emanuele Dascanio – Seicento ore di disegno a matita per il quadro della Libertà. Il video

Emanuele Dascanio nasce a Garbagnate Milanese nel 1983. Dopo essersi diplomato al Liceo Artistico Lucio Fontana di Arese, nel 2003 si iscrive all’accademia di Brera, sezione pittura. “Avendo appreso di vivere in un contesto decadente per la stessa pittura, la abbandona dopo sei mesi” è scritto nella sua nota biografica.
Continuando, però, a sentire il desiderio ed il bisogno di una crescita artistica, nel 2007 approda nello studio di Gianluca Corona, trovando in lui un valido maestro ed apprendendo la tecnica della pittura ad olio.

Schizzo, bozzetto, griglia, disegno preparatorio. Le tecniche dei pittori accademici "antichi"

Abbiamo restaurato l’ultima opera di Angelo Inganni, incompiuta a causa della morte. Quella tela è un pozzo di informazioni che ci consentono di stabilire le tecniche esecutive del pittore. Solido impianto, impostazione generale ma finiture per aree come se ci trovassimo di fronte a più quadri nello stesso dipinto, affrontati in sequenza

Van Gogh disegnatore, la tecnica – Trasformò il pennello in matita e usò la camera ottica

Van Gogh e il disegno. Per l'artista fu non solo un esercizio fondamentale, ma il tratto grafico fu persino trasfuso, a livello di pittura, attraverso le ben note segmentazioni delle linee, presenti nei suoi dipinti. Si può pertanto affermare che Van Gogh non si staccò dalla pratica disegnativa, trasformandola in un intervento fondante della sua espressione anche in ambito pittorico.

Disegnatori eccezionali, questa è un’opera realizzata con la matita. Il video

Torniamo ad Emanuele Dascanio, giovane maestro dell'iperrealismo e disegnatore con doti tecniche straordinarie. Una virtù che è accresciuta da un non comune predisposizione per la precisione e per un assoluto dominio delle emozioni, che gli consentono di affrontare con levità passaggi disegnativi talmente impervi da apparire impossibili da percorrere.

Come si disegna con penna e rapido per ottenere un'opera simile a un'incisione. Tutorial

Come si lavora con una stilografica oppure con una penna intinta nell'inchiostro? Qui vi mostriamo l'approccio reticolare alla stesura, che consentità di ottenere, su un lucido, un'opera molto simile a un'incisione. Il lucido, messo poi in una fotocopiatrice, permetterà di ottenere ottime "stampe". L'abile disegnatore mostra la sequenza migliore. Si prende un disegno già fatto - nostro oppure, se vogliamo trasformare un'opera importante, anche un dipinto - lo si colloca sotto un foglio traslucido e si ricalcano le linee principali. Il primo lavoro di intreccio della tessitura va affrontato con la penna o con lo stilo. La seconda parte, quella della finitura e delle ombre, per evitare macchie e giungere a reticoli più fitti, è meglio se viene effettuata con un "rapido".