Home / News / Clarissa Baldassarri, le scatole della giovane finalista del Premio Nocivelli
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Clarissa Baldassarri, le scatole della giovane finalista del Premio Nocivelli

Clarissa Baldassarri è stata tra i finalisti del Premio Nocivelli
a baldassarri bio

a baldassarri

Può analizzare nei temi e nei contenuti l’opera da lei realizzata e presentata al Premio Nocivelli, illustrando le modalità operative che hanno portato alla realizzazione?

L’opera “Modificare per Unificare” nasconde, dietro le vesti di una forma geometrica primordiale, bianca e semplice, uno schema geometrico complesso che aspira ad integrare la molteplicità del numero con l’armonia dell’unità, dove il collegamento con l’armonia è più di una semplice analogia visiva. Il “collegamento” diviene il punto focale dell’opera; l’unione e la dipendenza tra ciò che risiede nel Principio e ciò che è manifestato alla Fine.
Penso infatti che il disegno finito non è più importante del suo procedimento. Tutto ha un principio, uno schema di base, una traiettoria ben precisa. Una Forma non sarebbe nata se non fosse stato per la Linea; una Linea non sarebbe esistita se non fosse stato per il Punto; il supporto utilizzato non sarebbe stato visibile se non grazie al foro. Il modus operandi di forare minuziosamente e pazientemente con aghi la foglia PET trasparente, attendendo la manifestazione del disegno su un materiale di natura invisibile, è un metodo che invito ad adottare nella vita di tutti i giorni. Recuperare quei valori e qualità come pazienza, calma, dedizione e consapevolezza per riuscire a vedere e accorgersi di quell’ Ordine ormai invisibile che è alla base della Creazione, nascosto dentro “la scatola chiusa” della società. Una società sempre più disattenta e superficiale che non ci permette di andare oltre l’apparenza delle cose. “Aprire la scatola” è il primo passo da fare per riuscire ad accedere a questa realtà Invisibile.

BIOGRAFIA
Clarissa Baldassarri nata a Civitanova Marche l’ 11 Febbraio del 1994, risiede nel comune di Potenza Picena (MC), Italia.
Nel 2013 consegue la maturità presso l’ Istituto Statale d’Arte “Cantalamessa” di Macerata all’indirizzo pittura con il titolo di studio di maestra d’Arte.
a baldassarri bio

Attualmente è inscritta al 3° anno del corso di Decorazione, presso l’Accademia di Belle Arti di Macerata.
Nel mese di Settembre 2016 viene selezionata tra i 120 semifinalisti del “Premio Arte 2016” con pubblicazione sulla rivista Arte di Ottobre ed espone alla mostra dei finalisti del “Premio Nocivelli 2016” presso la Chiesa della Disciplina, Verolanuova (BR) a cui partecipò anche nell’edizione precedente del 2015.
Baldassarri inaugura la sua prima personale “Corpi di Luce” nel Gennaio 2016 presso lo Spazio Mirionima, Macerata a cura di Luciana Cataldo. Per l’occasione realizzò un istallazione site specific con la quale creò un ambientazione con le così dette “impronte del soffio”, tecnica utilizzata dall’artista che, con l’utilizzo del suo soffio e la fiamma, cerca d’ immortartalare e misurare, quella realtà invisibile che in questo caso tende a testimoniare l’inafferrabile “respiro vitale”. Ed è proprio sull’invisibile e sulla volontà di svelarlo, manifestarlo in tutte le sue forme e sfaccettature che si concentra la ricerca artististica di Baldassarri. Il materiale che si fa da intermediario e portatore di questo pensiero è la foglia PET trasparente che si trasforma, dispiega e modella affinchè, senza l’aiuto del colore, possa manifestarsi agli occhi di tutti.
Decide così di mostrare il processo di trasformazione di questo materiale da “invisibile” a “visibile” esprimendosi con lavori nella quale mette in gioco lo stesso corpo dell’artista.
Nel 2016 si esibisce agli eventi artistici Vibrators_1 e 2, a cura dell’artista Franko B., al Pozzo di Macerata con la performance “L’invisibile e L’Impercettibile”, nata con il suo collega musicista Raphael con la quale viene invitata ad esibirsi all’Atlantico di Roma, al Roma Groove Festival.
Nel 2015 inaugura con la performance personale “Svelelare l’Invisibile” diverse mostre collettive a cui partecipa, tra cui “Luce:interpretazioni contemporanee” presso la Galleria Art Ottica Gallery a Porto Potenza Picena (MC) a cura di Paola Zucchini e Prospettiva Centrale presso la Palazzina Azzurra di San Benedetto (AP).
Dal 2014 con il nome “Resilienza, Reagire con l’Arte”, il duo artistico fondato insieme ad un suo collega. Iacopo Pinelli, espone e si esibisce in numerosi eventi e manifestazioni; tra cui le tre edizioni Fieristiche “Creamoda Expo” di Bologna. Il duo è tutt’ora attivo in progetti che l’ impegna anche nel sociale con diversi comuni della regione.

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni: MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri  

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg  WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

La vagina kajak di Megumi Igarashi Rokude Nashiko

Il rebus del cognome dipinto. Così Moroni rappresentò il cognome Suardo