Home / Pittura contemporanea / Danilo Buccella – Cuore di tenebra sotto il Duomo
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Danilo Buccella – Cuore di tenebra sotto il Duomo


intervista di Jacqueline Ceresoli

­­­ Danilo Buccella (1974), nato a Liestal in Svizzera, vive e lavora a Milano. E’ artista “dark” visionario, “intimista della profondità”, che affascina per le sue atmosfere in bilico tra delirio e realtà, tra pittura simbolista, cinema e fotografia, in perfetta armonia tra forma e colore.
Consapevole e raffinato cultore del noir, Buccella si riconosce per scenari notturni dall’indefinibile e rarefatto senso d’inquietudine, dove il tempo è sospeso, immobile nell’attesa dell’incubo sempre in agguato.
Nel 2004 Buccella è tra i protagonisti della mostra Il Male, curata da Vittorio Sgarbi a Torino, e da quel momento non ha più smesso di elaborare una pittura colta e sofisticata, dai sapienti rimandi.
iltrionfodelleortiche_2007_cm160x110_DaniloBUccella_oliosutelaLa sua arte citazionista e letteraria evoca i racconti di Le Fanu, di Poe, di Simenon e di Roth, ma anche gli incubi di Stephen King, i paesaggi lacustri da brivido di Holder, la solitudine incommensurabile di Friedrich e le composizioni in grigio e nero di Whistler: su tutto domina la gelida atmosfera del Nord. Dietro il suo sguardo onirico la decadenza fin de siècle convive con ironia e distacco con il cinema horror. I suoi personaggi-apparizioni sull’orlo della follia sono spettri, eteree bambole-bambine, sacerdotesse del mistero, incantatrici maliziose e impertinenti che trascinano lo spettatore entro mondi ove vibrano echi antichi ed una visionarietà nuova, alla Lynch o nello stile di Barton.

Quando ha iniziato a dipingere?
Amo la pittura, ed ho iniziato a dipingere quando incontrai Wainer Vaccari a Modena. Mi affascinavano certi scorci architettonici gotici di quella città, in cui ho risieduto per molto tempo. Per vent’anni ho vissuto in Svizzera ed ho respirato le atmosfere rarefatte del Nord: in particolare mi hanno influenzato le architetture – gotiche, ancora – di Amsterdam, di Basilea, di Copenaghen, ma soprattutto mi ha stregato Praga. Queste panoramiche urbane, che hanno lasciato una traccia indelebile nella mia memoria, ad un certo punto sono riemerse come sensazioni, che hanno contribuito alla elaborazione del mio immaginario visivo. Dipingo scenari dalle atmosfere misteriose, perché sono affascinato dalle tenebre, dai racconti dell’orrore, dalle illustrazioni di Beardsley da Gide, Wilde, Verlaine, dai romanzi delle sorelle Brontë, dalle saghe dell’Europa settentrionale. Certo i vicini mi guardano con sospetto: gli amici invece mi accettano, io non mi prendo troppo sul serio.

Lei è stato definito in vari modi: pittore delle tenebre, noir, gotico, dark, decadente; ma Buccella cosa ne pensa?
Penso che tutte queste definizioni nascano in maniera superficiale semplicemente perché in molte mie opere domina il nero, ma pochi vanno oltre la superficie per addentrarsi nel cuore del mistero che tali opere evocano. Dipingo scene di apparente tranquillità, sappiamo che anche alla luce del giorno si può arrivare alla rappresentazione interiore del buio profondo. Non cerco il nero del gotico o delle tenebre, ma l’intimità e la profondità dei modi di vivere i lati oscuri della nostra mente. L’immaginario a cui mi ispiro è semplicemente la mia vita con tutte le sue deviazioni.

Che importanza ha il cinema nella sua pittura?
Ogni composizione è finita quando viene fermata, immobilizzata sulla tela, ma in realtà la sua rappresentazione per chi la osserva è infinita, e questo mi affascina. Dipingo scenari come un’opera nell’opera, che apre lo sguardo a infinite combinazioni. Elaboro un linguaggio iconografico carico di simboli e metafore che certo trovano riferimenti anche nel cinema. Soprattutto non pongo limiti alle visioni, alla creatività: l’immagine può nascere da ogni cosa e non prediligo un canale in particolare.

Quale regista preferisce?
Orson Welles.

Perché dipinge soprattutto fanciulle dall’età indefinibile, adolescenti anoressiche, figure eteree, sonnambule, donne-bambine o fate-streghe dal volto truccato come quello di modelle in bilico tra la seduzione e l’orrore?
Trovo stimolante lavorare con queste vestali del mistero, ancelle dell’inquietudine. Le dipingo con la testa grande e il corpo piccolo, con la struttura ossea allungata come quella degli adulti. Così nasce l’ibrido inquietante tra la bambina e la donna, che possiede sia la malizia dell’infanzia sia quella dell’esperienza, della vita. Rappresento ciò che sono le donne: figure diaboliche e tentatrici anche nella loro apparente dolcezza. Le dipingo perché le amo, sono una parte di me.

Che rapporto c’è tra la pittura e la moda?
Sono la stessa cosa, per me sono una passione irrefrenabile. Qui è tutto perfetto, si annulla la scansione del tempo storico e la bellezza è, e resta, un ideale irraggiungibile, che per questo ci affascina.

Le sue “vergini suicide”, tanto per citare il film di Sofia Coppola, rivelano un interesse anche per la cronaca nera?
No, penso che rivelino ciò che sono in realtà: l’incontro con il desiderio nella sua contraddittoria purezza mai innocente.

Lei ha tenuto una mostra a New York, alla Vanina Holasek Gallery, mostra che poi ha portato anche a Basilea?
La mostra a New York è stata prima di tutto una grande esperienza di vita, perché si cresce moltissimo quando si ha la possibilità di confrontarsi all’estero. La personale a Chelsea ha rappresentato un momento di passaggio determinante: all’estero ci si rende conto del ruolo culturale che ha l’arte contemporanea, mentre in Italia più del merito e delle qualità dell’autore conta il sistema dell’arte organizzato dal mercato. Ora mi sento più consapevole della mia pittura elaborata in solitudine per anni, senza mai distrarmi dal fascino della forma e del colore. Nel tempo ho elaborato i miei codici rappresentativi: anche quando andava di moda la video-arte, e sarebbe stato più facile seguire l’onda delle installazioni multimediali, non ho mai tradito la pittura. A New York ho esposto i miei scenari dell’inquietudine con ambientazioni dall’atmosfera romantica, all’inglese, accompagnate da una colonna sonora “meteorologica” creata da me per l’occasione, e ho dipinto l’intera galleria di celeste e in toni di semioscurità; mi hanno detto che la mostra è piaciuta.

Secondo lei, la pittura figurativa è tornata ad essere “in”?
La pittura è, e sempre sarà.

Le opere di quale artista contemporaneo acquisterebbe per la sua collezione privata?
Quelle di Olafur Eliasson.

 

 

 

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni:
MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri
 

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

   

Royal Talens: il rinomato brand - fondato nel 1899 e da sempre sinonimo di grandissima qualità - ha presentato  il suo più prestigioso set di pittura ad olio. Se si vuole acquistare o regalare il meglio del meglio ecco l'Edizione 'Excellent' in custodia in legno – Con vernice, tavolozza e pennelli. La vernice ad olio della gamma Rembrandt è realizzata con la più elevata concentrazione possibile di pigmento finemente macinato, con tutte le 24 pitture del set classificate come resistenti per 100 anni alla luce.Clicca qui per visualizzare e acquistare i prodotti Royal Talens

Royal Talens – Scatola con colori ad olio Rembrandt – Edizione 'Excellent' in custodia in legno – Con vernice, tavolozza e pennelli - Acquistala qui

E' possibile acquistare anche un set più accessibile al grande pubblico,  il Royal Talens - Rembrandt Oil Colour Box - Master Gold Edition. Meno colori e meno accessori, ma qualità massima.

Royal Talens - Rembrandt Oil Colour Box - Master Gold Edition - Acquistala qui

  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland

Old Holland: Colori - Qui trovi una selezione di colori a olio

WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg

Williamsburg olio Signature colori Set - Prezzo: EUR 63,70 + EUR 11,77 di spedizione

WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabil e Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON

Winsor & Newton Winton Oil Assortimento 10 Tubi 37 ml Assortiti - Prezzo consigliato: EUR 51,30 Prezzo OFFERTA: EUR 43,90 | Spedizione 1 giorno Risparmi: EUR 7,40 (14%) Tutti i prezzi includono l'IVA.

REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

L’unicorno nella pittura – Perché appare sempre vicino al grembo delle giovani donne?

Chi è davvero il misterioso Banksy? Dove portano le tracce della sua identità. Un video lo inchioda?