Home / News / Elisa Pezzotti
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Elisa Pezzotti

IMPULSO 3 -1 BASSA

IMPULSO 3 -2 BASSA

Elisa Pezzotti, IMPULSO3, 2014, scultura in marmo di Carrara, 105 x 50 x 28 cm

IMPULSO 3 -3 BASSA

Autore: Elisa Pezzotti

Titolo opera: IMPULSO3

Anno: 2014

Tecnica e materiali: scultura in marmo – marmo bianco Carrara

Misura: cm 105x50x28

Nota esplicativa: Guardo il corpo per la prima volta, lo riscopro nelle sue forme, nelle relazioni tra le sue membra, lo indago e lo scompongo mettendolo sul tavolo anatomico della scultura. Scelgo le parti meno visibili e più nascoste, cercando quei frammenti dove la relazione tra forma e funzione sembra unita in un legame più intenso e necessario. Le ri-creo, ma senza fermarmi alla loro semplicistica riproduzione, bensì esaltandone la bellezza, ampliandone le potenzialità anche simboliche ed espressive attraverso la loro trasformazione in altre immagini fortemente evocative. Tutto comincia con un dialogo silenzioso tra me e la materia. È lei che mi suggerisce la forma e mi dice che segni usare e dove. Non voglio tanto rappresentare un corpo umano in scultura, quanto piuttosto trasformare la materia della scultura in un corpo vivente; creare “Entità” che hanno una loro propria essenza, una loro anima e un loro concetto da trasmettere. Non sempre sono pienamente cosciente del mio lavoro, anzi diciamo che le mie sculture per lo più nascono grazie al mio inconscio. Non sempre so che cosa guida la mia mano, ma ho fiducia. Sento in me la presenza di una volontà trainante, perciò mi lascio guidare dal mio essere, dal mio pensiero, dalla mia anima. A poco a poco libero la forma: la faccio respirare, la riporto al mondo, la risveglio dal suo letargo. Infusione del proprio spirito nella scultura. Trasposizione del mio corpo e del mio pensiero nell’opera. C’è un bisogno di esternare, di tendersi, di esprimere con chiarezza senza fraintendimenti, su un diverso gradino di comunicazione. L’archetipo è qualcosa di viscerale, intimo, impulsivo, un tentativo di elevazione e liberazione del proprio essere. Necessità di trasformare la propria essenza in qualcosa di tangibile che si possa vedere, toccare, sentire, odorare, gustare. Non serve parlare, non serve spiegare, ma solo guardare, interiorizzare e vivere.

Biografia

FORMAZIONE

2012-2015

Laurea di secondo livello in Scultura Pubblica Monumentale, Accademia di Belle Arti SantaGiulia

di Brescia. [Docenti di riferimento: Pietro Ricci, Agostino Ghilardi].

2009-2012

Laurea di primo livello in Scultura, Accademia di Belle Arti SantaGiulia di Brescia

2004-2009

Liceo Artistico “Decio Celeri” Lovere (Bergamo).

Diploma di Maestro d’arte e completamento con anno integrativo.

MOSTRE COLLETTIVE

2015 ( in atto)

-La disciplina scolpita, Centro Pastrorale Paolo VI, via Calini Gezio 30, Brescia, a cura dei

professori Pietro Ricci e Agostino Ghilardi, da Maggio a Settembre 2015

2014

-Assenze, sala dei Santi Filippo e Giacomo, via Battaglie 61, Brescia, a cura del professor Agostino

Ghilardi, 1-16marzo

2013

-LE METAMORFOSI: arte-uomo–natura, Palazzo Martinengo, Spazi espositivi, Via dei Musei 30,

Brescia, a cura di Accademia SantaGiulia, 13 giugno-07 Luglio

-Nuovi talenti, Museo Grande Miglio, Castello di Brescia, a cura di Pietro Ricci e Alberto

Zanchetta, febbraio- marzo

-Mostra di scultura, via San Faustino e Galleria Dolci, via San Faustino, Brescia, a cura di

Agostino Ghilardi e Pietro Ricci, febbraio

2012

L’istinto segreto dell’aima, Casa circondariale, Verziano (Brescia), a cura di Agostino Ghilardi,

dicembre 2012 – gennaio 2013

Esposizione premio Nocivelli 2012, chiesa della disciplina, Verolanuova (Brescia), a cura di

Associazione Culturale Techne, ottobre

Esposizione premio Nocivelli 2012, parco comunale Lina e Angelo Nocivelli, Verolanuova

(Brescia), a cura di premio Nocivelli, settembre

Giovane Arte Bresciana 2012, Pieve di Urago Mella (Brescia), a cura di Fondazione Martino

Dolci, luglio

Occhio alla scultura, sala Piamarta, via S. Faustino, Brescia, a cura di Agostino Ghilardi e Pietro

Ricci, marzo

2011

Linee di costruzione, Accademia di Belle Arti SantaGiulia, Brescia, a cura di Agostino Ghilardi,

marzo

Sacro Contemporaneo, Brolo della canonica vecchia, Iseo (Brescia), a cura di Agostino Ghilardi,

giugno

PREMI

2012

-Selezionata alla IV edizione del Premio Nocivelli 2012, Associazione Culturale Techne.

-Selezionata al Settimo premio provinciale d’arte: Giovane Arte Bresciana 2012, in memoria di

Giovanni, MartinoDolci e Angiolina Bettoni Dolci.

Sito web & Links: 

www.facebook.com/elisapezzottiscultrice

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni: MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri  

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg  WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Il bikini nell’iconografia – Dalle ragazze dell’Antica Roma alla rivoluzione del Novecento

Anders Ramsell – Giovane artista svedese dipinge 12.600 acquerelli e riscrive Blad Runner. Ecco il film