Press "Enter" to skip to content

Ferrara scopre le tracce della corte estense nel terreno che ospitava il palazzo di campagna degli estensi

Condividi:

Seguici su Facebook e metti Mi Piace alla pagina di Stile Arte:

Si è chiusa – con una nuova scoperta di materiali risalenti al XVI secolo – la prima (delle tre previste) campagna di scavi alla scoperta dei resti dell’antica delizia estense di Belfiore, distrutta da un incendio nel 1632. La residenza monumentale estense – nota per aver ospitato il celebre studiolo di Leonello d’Este – era localizzata tra le attuali vie Orlando Furioso e Giacomo Leopardi, a Ferrara.
blank

blank

Sono stati circa un centinaio gli studenti – dei licei Roiti e Ariosto – e i volontari del Gruppo Archeologico Ferrarese che – guidati dagli archeologi professionisti – hanno partecipato ai lavori, in queste prime cinque settimane di campagna, trovando diversi reperti e, da ultimo, un ‘butto’ – cioè uno scarico di oggetti (ceramiche, vetri, metalli) e resti di pasto – all’interno di una buca scavata nel terreno e oggi a circa un metro e mezzo di profondità.
blank
Un ritrovamento utilissimo per l’analisi storica e che ha fatto emergere: stoviglie, frammenti di calici del Cinquecento, di ceramiche smaltate finemente decorate e forse di lavorazione faentina, di vetri, pezzi di ceramiche graffite.
blank

blank

blank

Nella stessa vasca sono venuti in luce anche resti di cibo (pesci, ostriche, pollame), che consentiranno di dettagliare ulteriormente le conoscenze sulla quotidianità e sulle usanze ‘gastronomiche’ del tempo. Reperti che si aggiungono agli altri ritrovamenti emersi già dalle fasi d’avvio del cantiere, tra cui: porzioni di pavimenti e di muro anneriti dalle fiamme, di coppi, di basi di colonne, frammenti di intonaci, elementi con decorazioni marmorizzate, alcune monete, di cui una anche dell’epoca di Leonello d’Este.

“Già alla prima campagna di scavi il bilancio va oltre ogni più rosea previsione”, dice la dottoressa Chiara Guarnieri, coordinatrice del progetto e del team di archeologi composto da Flavia Amato, Maurizio Molinari e Marco Bruni. “Abbiamo infatti individuato – spiega – reperti che ci hanno consentito di acquisire con chiarezza nuove informazioni utili, legate a eventi storici ben definiti e materiali che aprono a ulteriori prospettive di scoperta”.

In queste prime settimane di progetto gli studenti dell’Ariosto hanno operato sul campo, mentre i giovani del liceo Roiti hanno pulito, mappato e catalogato (un lavoro che continuerà oltre la prima fase di scavo) i reperti.

La prossima campagna (“contiamo di aprirla a primavera 2023”) li vedrà impegnati a ruoli invertiti, così tutti faranno esperienza dell’intero ciclo di un lavoro archeologico. Ora l’area scavata sarà ricoperta di terra – a protezione anche delle strutture sotterranee trovate – e dalla prossima primavera, partendo dalle conoscenze acquisite, si individueranno nuove zone da indagare.

Nel frattempo – come spiega Guarnieri – sono in corso di calendarizzazione incontri con i cittadini per raccontare quanto scoperto e i prossimi step di intervento. Gli studenti, parallelamente, approfondiranno in classe il lavoro svolto, collaboreranno alla redazione di un documento finale e a un progetto divulgativo.
blank
A tutti il sindaco Alan Fabbri esprime le proprie “vivissime congratulazioni e il ringraziamento per il lavoro svolto”. “Crediamo tantissimo nelle potenzialità di questo progetto, unico nel suo genere e meritevole di essere ‘esportato’ – dice -.
Un progetto – precisa il primo cittadino – che unisce la formazione sul campo, lo studio e l’impegno per la ricerca storica, la valorizzazione del nostro passato, l’acquisizione di nuove competenze, la socialità, alla bellezza della scoperta e all’utilità di un lavoro che sta ampliando il campo della conoscenza relativo a una delizia scomparsa e a chi la abitava”.

Il progetto “Che Delizia Belfiore!” è stato inaugurato dal primo cittadino il 20 ottobre, nasce per iniziativa della soprintendenza – rappresentata dalla dottoressa Chiara Guarnieri – con il contributo (triennale) del Comune di Ferrara, che a tal fine ha già stanziato 37.500 euro. Partecipano inoltre la Provincia di Ferrara, che garantisce le autorizzazioni agli scavi su suolo di proprietà e il proprio patrocinio, e il Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, che ha realizzato le recinzioni dell’area.

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a [email protected] inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
blank
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis blank   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto blank Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo a cura della redazione di Stile arte

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti.

Vuoi rimanere aggiornato su offerte, occasioni, gadget a prezzi stracciati? Moda, arte, tecnologia sono la tua passione? Segui il nostro canale Telegram. Stile arte seleziona per te i prezzi del momento. Buoni, sconti e opportunità da cogliere al volo. L'iscrizione è semplice e grautita, Clicca qui per iscriverti al canale: https://t.me/stilearte Sei poco pratico di Telegram e vuoi capire di cosa si tratta? Leggi questo nostro approfondimento -> https://www.stilearte.it/?p=279033

Colori a olio: ecco le recensioni:

MAIMERIblank: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeriblank
 
blank
Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)
   

Royal Talens: il rinomato brand - fondato nel 1899 e da sempre sinonimo di grandissima qualità - ha presentato  il suo più prestigioso set di pittura ad olio. Se si vuole acquistare o regalare il meglio del meglio ecco l'Edizione 'Excellent' in custodia in legno – Con vernice, tavolozza e pennelli. La vernice ad olio della gamma Rembrandt è realizzata con la più elevata concentrazione possibile di pigmento finemente macinato, con tutte le 24 pitture del set classificate come resistenti per 100 anni alla luce.Clicca qui per visualizzare e acquistare i prodotti Royal Talensblank

blank
Royal Talens – Scatola con colori ad olio Rembrandt – Edizione 'Excellent' in custodia in legno – Con vernice, tavolozza e pennelli - Acquistala qui
E' possibile acquistare anche un set più accessibile al grande pubblico,  il Royal Talens - Rembrandt Oil Colour Box - Master Gold Edition. Meno colori e meno accessori, ma qualità massima.
blank
Royal Talens - Rembrandt Oil Colour Box - Master Gold Edition - Acquistala qui
  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrarioblank  
blank
CASSETTA IN LEGNO DI FAGGIO MISURE 30X40 COLORI OLIO VAN DYCK FERRARIO
  OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Hollandblank
blank
Old Holland: Colori - Qui trovi una selezione di colori a olio
WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburgblank
blank
Williamsburg olio Signature colori Set - Prezzo: EUR 63,70 + EUR 11,77 di spedizione
WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTONblank
blank
Winsor & Newton Winton Oil Assortimento 10 Tubi 37 ml Assortiti - Prezzo consigliato: EUR 51,30 Prezzo OFFERTA: EUR 43,90 | Spedizione 1 giorno Risparmi: EUR 7,40 (14%) Tutti i prezzi includono l'IVA.