Home / Arte Eros / I desideri erotici di vecchi importuni: stalking e molestie sessuali nella pittura antica
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

I desideri erotici di vecchi importuni: stalking e molestie sessuali nella pittura antica

Arte erotica, pittura erotica, disegni erotici, erotismo nell’arte, disegni erotici, quadri erotici, stampe erotiche, il sesso nell’arte


La pittura, seguendo le suggestioni letterarie e le voci popolari, si misurò con le ossessioni amorose di persone attempate che intendevano concupire donzelle o giovanotti. Dai quadri “femministi” dei fiamminghi all’opera di Tintoretto che punisce, secondo il mito, il maturo Vulcano colpevole d’aver sposato la giovane e bella Venere

 

Il collegamento tra musica ed eros appare nei termini di scabrosa evidenza nell’opera di una pittrice del nord Europa, Judith Leyster (Haarlem 1600-Hoemstede 1660), che rappresenta il moto concupiscente di un’anziana nei confronti di un massiccio giovanotto, il quale suona il liuto. La vecchia ricca offre qui del denaro e forse esibisce, tra indice e pollice, un anello, per legare a sé il suonatore. Il quadro venne manomesso, perché considerato volgare, forse nel momento in cui giunse in Italia. “Nel significato scandaloso del nostro dipinto – l’anziana donna che offre del denaro al giovane per comprare il suo amore – diffuso in area fiamminga, ma inaccettabile per la morale italiana” scrive Rossella Vodret nella scheda dedicata all’opera (Colori della musica. Dipinti, strumenti e concerti tra Cinquecento e Seicento, Skira) “è senz’altro da ricercare il motivo per cui nel secolo XIX fu coperta la figura femminile, trasformando la tela in un innocente quadro di liuto”. Né può sfuggire, nella laida scenetta, tutta giocata con sottintesi, l’intensità delle mani del suonatore sulla corderia, mani maschili che costituiscono nel movimento e nell’arpeggio uno degli elementi in grado di colpire l’immaginario erotico femminile. Quel toccare e sfiorare, quel divaricare e serrare sollecitano l’idea dei piaceri più profondi della carne. “La presenza della musica in un contesto chiaramente scandalistico-erotico – conclude Rossella Vodret – è un’ulteriore conferma della stretta connessione tra i due aspetti, una connessione che, soprattutto nel mondo fiammingo, proseguirà fino al sesto decennio del XVII secolo”.

 

Se i popoli del Nord Europa dimostravano di apprezzare la grottesca raffigurazione della libidine femminile – quando ormai la fecondità era finita e i tempi non si sarebbero più rivelati pronubi all’amore con santi fini riproduttivi -, in Italia il gusto aveva una carica algebrica di segno opposto. I collezionisti sceglievano scene di seduzione nelle quali il corruttore fosse il maschio, come un serpe libidinoso, strisciante con mani e denari sul corpo della giovane concupita. A questo proposito, un altro fiammingo, Frans van Mieris il Vecchio, fu chiamato a dipingere nel 1673 l’opera Il vecchio amoroso, che venne commissionata all’artista da Cosimo de’ Medici. L’uomo, dotato di un’espressione grifagna e da minuscoli occhi di rettile, congiunge le mani, per pregare la pulzella di giacere con lui. Il corpo della fanciulla, per il vecchio, non ha prezzo, come dimostrano i pingui sacchi di monete appoggiati sul tavolo. Ma la giovane si schermisce. Riuscirà davvero a resistere? E quale prezzo reale ha la sua integrità? Una scritta sull’architrave del camino avverte: Is niet metal (Questa volta non è il metallo). La frase lascerebbe intendere che la fanciulla virtuosa non è intenzionata a giacere con il vecchio nemmeno per tutto l’oro del mondo. Il dipinto si colloca in una dimensione evidentemente comico-grottesca, caratterizzata da una lata connotazione moralistica. Ma l’atteggiamento muterà il secolo dopo. Questo tema sarà sviluppato nei termini di un drammatico desiderio di vita da parte del poeta veneziano Giorgio Baffo, che piange e insulta per la perdita del bene corporeo femminile, che cerca di convincere all’amore e che maledice quando non ottiene. Il tempo è passato e il suo corpo vecchio non è in grado di attrarre le giovani donne, che tornano al mondo, nel giro infinito dell’esistenza, come un palese insulto all’età estrema

ACCEDI, CLICCANDO SUL LINK, ALLA NOSTRA RICCHISSIMA RACCOLTA DI STUDI E SAGGI DEDICATA AD ARTE ED EROS

www.stilearte.it/category/arte-eros/

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni: MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri  

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg  WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Sai cos’è la Romantikstrasse austriaca? Paesaggio e cultura, estate romantica. Il percorso

Lo stile di Michelangelo Buonarroti. Perché è ritenuto moderno?