Home / Arte contemporanea / Ida Barbarigo, pittrice-intellettuale tra Venezia e Parigi
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Ritratto di Ida Barbarigo, anni 1960 © Budd

Ida Barbarigo, pittrice-intellettuale tra Venezia e Parigi



“IDA BARBARIGO” di Giovanna Dal Bon. Un catalogo ricco d’immagini inedite, pubblicato dalla Axel & May Vervoordt Foundation rende omaggio all’artista veneziana, affascinante personalità del Novecento.

Un viaggio tra impressioni e vagabondaggi, passeggiate e immersioni en plein air da cui trarre emozioni, spunti, luci e colori, in cui cogliere vite reali: Giovanna Dal Bon ci introduce nel mondo“vagabondante” di Ida Barbarigo, tracciando non una semplice biografia ma quello che lei stessa definisce un periplo-ritratto.Il prezioso volume che la Axel e May Vervoordt Foundation ha pubblicato insieme a MER. Paper Kunsthalle in omaggio all’artista veneziana – intensa e affascinante personalità del panorama culturale della Venezia del Novecento, ancora attiva e creativa a oltre novant’anni e capace di sorprendente sensibilità nel suo lavoro – è un’ode al soffio, all’energia invisibile, a quell’aria che separa e  unisce ciò che si può vedere da ciò che non appare.

Interior shot at Ida Barbarigo’s Studio In Palazzo Balbi-Valier, 2011 © Jean-Pierre Gabriel

Interior shot at Ida Barbarigo’s Studio In Palazzo Balbi-Valier, 2011 © Jean-Pierre Gabriel

Ida Barbarigo (cognome d’arte assunto a Parigi negli anni Cinquanta su suggerimento della Galerie de  France) viene da una famiglia d’artisti, nasce tra colori e pennelli e si nutre di poesia.
Il padre è Guido Cadorin, amatissimo dal Vate d’Annunzio e spesso affiancato nei suoi lavori agli architetti Marcello Piacentini e Brenno del Giudice, suo cognato. La madre Livia, raffinata ed elegante allieva di Guido, ha tra i suoi antenati musicisti inventori di stradivari, i Fiorini di Cremona. Ida (1920-2018) la ricordava improvvisare arie di Monteverdi o frammenti di canzonieri seicenteschi e la sera leggere ad alta voce, a  lei e al fratello Paolo, le Mille e una Notte in francese.

Ida e il marito Zoran Music a Venezia Anni 60 ©Gianni Berengo Gardin Ida Barbarigo

Ida e il marito Zoran Music a Venezia Anni 60 ©Gianni Berengo Gardin Ida Barbarigo

Tra gli anni Venti e Quaranta, la Barbarigo comincia a maturare la sua sensibilità partendo dalla grande tradizione veneziana di cui rimarrà intrisa, dagli insegnamenti paterni e dell’Accademia di Belle Arti, ma già desiderosa e capace di contestarli, di sovvertirli per cercare nuove strade.Questo ritratto incalzante e ritmico proposto da Giovanna Dal Bon, che vive e Venezia e scrive poesia, autrice di numerosi saggi d’arte e letteratura e direttore dell’archivio Cadorin-Music, ci catapulta nell’immaginario dell’artista, tra le pietre calpestate, le fondamenta, i riti e gli incontri; i luoghi della sua formazione artistica e della sua “particolare bildung”.

 

Ci riporta alle sue “passeggiate” – come le chiamerà Ida stessa – a un incessante errare per cogliere vibrazioni e catturare emozioni.  Riviviamo la dimora-Bottega dei Cadorin al 2534 della Fondamenta Briati, i bar e gli incontri causali di  Piazza San Marco, le Zattere – vero paesaggio dell’anima di ieri e di oggi – la casa-studio di Parigi al 21 Rue du Bac, vicinissima alla Senna.Sentiamo il chiacchiericcio delle persone comuni, il vociare dei bambini, lo scorrere dell’acqua in laguna e nei canali; respiriamo i tempi di guerra con le durezze e i soprusi e l’aria della Parigi degli anni Cinquanta, meta agognata, dove Ida s’impone di “disimparare a dipingere” per ricominciare. E poi il volto e i silenzi di Zoran Music, che diverrà suo marito, le visioni di Dubuffet, le “costellazioni di incontri” d’artisti: Kokoschka, Vieira da Silva, Fontana, Brancusi e tanti altri.

Ida Barbarigo, Expérience déconcertante, 1962 Olio su tela 60 x 73 cm ©Axel Vervoordt Gallery

Ida Barbarigo, Expérience déconcertante, 1962 Olio su tela 60 x 73 cm ©Axel Vervoordt Gallery

I dipinti della Barbarigo tra la fine degli anni Cinquanta e gli inizi del Sessanta sono particolarmente moderni per la sua capacità, all’avanguardia, di dipingere l’invisibile, il vuoto.
Si concentra così su elementi che le permettono di re-inventare il rapporto con la realtà, con lo spazio. Elegge “le seggiole” a emblemi del contemporaneo, quelle lagunari come quelle parigine: sedie impilate, scrostate, controluce, disseminate nei caffé; sedie che – come scrive Giovanna Dal Bon – “diventano un leitmotiv che scandisce il suo percorso pittorico, un alfabeto, quasi un basso continuo in pittura che cercherà di sviluppare e trascinare a più estreme conseguenze”. Sedie che raccontano le vite e i dialoghi di chi occasionalmente le occupa e che la Barbarigo percepisce, raccoglie, trasmette. Allo stesso modo, ha una vera passione per le linee, che accennano e non contengono: le chiama le “interferenze far il pieno e il vuoto”.

Ritratto di Ida Barbarigo Al Palazzo Balbi-Valier, 2011 © Jean-Pierre Gabriel

Ritratto di Ida Barbarigo Al Palazzo Balbi-Valier, 2011 © Jean-Pierre Gabriel

Il volume dedicato a Ida Barbarigo (distribuito da Exhibitions International e acquistabile nell’edizione inglese presso alcuni bookshop a Venezia mentre è in corso di realizzazione una versione in lingua italiana) propone anche un interessante catalogo delle opere della pittrice veneziana tra il 1959 al 1964, con un supplemento dei suoi lavori più recenti, mentre il racconto della sua vita e della sua arte è scandito da fotografie inedite rinvenute nell’archivio Cadorin-Music.

SE HAI GRADITO IL SERVIZIO E STILE ARTE, VAI ALL’INIZIO DELLA PAGINA E CLICCA “MI PIACE”

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni:
MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri
 

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

      FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland

Old Holland: Colori - Qui trovi una selezione di colori a olio

WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg

Williamsburg olio Signature colori Set - Prezzo: EUR 63,70 + EUR 11,77 di spedizione

WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON

Winsor & Newton Winton Oil Assortimento 10 Tubi 37 ml Assortiti - Prezzo consigliato: EUR 51,30 Prezzo OFFERTA: EUR 43,90 | Spedizione 1 giorno Risparmi: EUR 7,40 (14%) Tutti i prezzi includono l'IVA.

REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Una notte nel bosco. Quando diavoli, caproni, donne e uomini facevano l’amore. Le opere di Gouty. Video

Fai clic. Lente magica per ingrandire. Notte, lampi, tuoni, energia elettrica. Russolo, divisionista-futurista