Home / Mostre imperdibili / Il Grattacielo Pirelli ospita la mostra “Art is Food. Food is Art”
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Il Grattacielo Pirelli ospita la mostra “Art is Food. Food is Art”

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, SUBITO QUI A DESTRA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

“Art is Food. Food is Art. Sustainability and culture”
dal 23 maggio al 29 giugno 2014
Milano, Grattacielo Pirelli – Spazio Eventi

Orari: lunedì-venerdì dalle 10.00 alle 18.00
Biglietto: Ingresso Libero
Luogo: Grattacielo Pirelli – Spazio Eventi
Indirizzo: via Fabio Filzi, 22 Milano
Contatti: Call Center Grattacielo Pirelli 800.318.318
Informazioni al pubblico: Associazione Flangini tel. 347.4533449

Dal 23 maggio al 29 giugno il Grattacielo Pirelli ospita la mostra “Art is Food. Food is Art. Sustainability and culture”, promossa dall’Associazione Flangini in collaborazione di Regione Lombardia e il Patrocinio di Ministero degli Esteri, Expo 2015, Consolato Generale di Francia, Regione del Veneto, Comune di Milano, Comune di Verona, Accademia di Belle Arti di Brera. Curata da Antonio d’Avossa l’esposizione pone all’attenzione del visitatore il tema del cibo, dell’alimentazione, della nutrizione visti e interpretati da osservatori assolutamente particolari: gli artisti. Attraverso l’opera e dunque la lettura del tema da parte degli artisti la mostra, alla sua seconda edizione e che culminerà nella grande esposizione in occasione di Expo 2015, pone all’attenzione del visitatore il tema dell’alimentazione, le problematiche legate alla malnutrizione e allo squilibrio di risorse alimentari tra Nord e Sud del mondo, al centro del dibattito internazionale promosso dall’Esposizione Universale del 2015.

Joseph BEUYS, Difesa della natura, 1984

Joseph BEUYS, Difesa della natura, 1984

Il cibo e tutto il mondo che lo circonda ha ispirato grandi artisti che lo hanno interpretato attraverso i più svariati linguaggi espressivi. Da Andy Warhol a Joseph Beuys, da Ben Patterson a Ben Vautier, da Aldo Spoldi a Nicola Salvatore e ancora Corrado Levi, Remo Salvadori, Daniel Spoerri, Aldo Mondino, Alison Knowels, Philip Corner, George Maciunas, Luigi Mainolfi, Clara Bonfiglio, Barbara Faessler, Berty Skuber, Ayrson Heraclito e altri grandi nomi internazionali dell’arte, ed i più giovani Eris Mone, Antonio Di Biase, Gianluca Miniaci, Mauro Panichella, rappresentati in questa mostra con circa 50 opere fra installazioni, sculture, fotografie, video, performance, serigrafie.


È sufficiente pensare all’origine e allo sviluppo della natura morta per comprendere quanto sia importante la rappresentazione di soggetti e tematiche sullo sfondo della presenza di cibi. Nell’ultimo secolo queste tematiche, con le avanguardie storiche e con le neo-avanguardie, hanno subito una vera e propria esplosione soprattutto attraverso le declinazioni della presentazione oltre che della rappresentazione, ed infine nello sviluppo prorompente dei nuovi mezzi espressivi. Così la fotografia, il cinema, il video, la performance, l’happening, l’installazione e tutte le nuove forme dei linguaggi artistici hanno prodotto una continua e forte presenza della tematica del nutrimento nell’arte contemporanea.

Aldo SPOLDI, Il bello è il buono (cuoco e pittore), 2009- tempera su masonite-cm167x140 e cm161x 96 - Courtesy Fondazione Marconi

Aldo SPOLDI, Il bello è il buono (cuoco e pittore), 2009- tempera su masonite-cm167x140 e cm161x 96 – Courtesy Fondazione Marconi

Troviamo così Daniel Spoerri con i suoi Tableux Pieges, Andy Warhol con le sue Campbell’s Soup, George Maciunas con Venus Apron e Stomach Anatomy Apron, Joseph Beuys con il suo Food for thought e tanti altri artisti della seconda metà del secolo scorso che hanno dichiarato con sicurezza che il cibo e l’arte non individuano confini definiti, ma si producono nel luogo dell’incontro. Un artista in particolare dimostra esemplarmente che questi confini sono estremamente deboli, con una linea di demarcazione praticamente inesistente. Si tratta di Joseph Beuys, il grande maestro della “scultura sociale”.

Andy WARHOL, Campbell's soup

Andy WARHOL, Campbell’s soup

Il fenomeno della nutrizione implica anche aspetti problematici come malnutrizione, carenza ed eccesso. A questo riguardo la rappresentazione artistica assolve anche il ruolo fondamentale di educazione e formazione critica: strumento per la consapevolezza di sé e delle esigenze individuali, ma anche delle dimensioni sociali, economiche e culturali legate all’esperienza del cibo. L’arte e la cultura possono e devono agire come denuncia, riflessione e stimolo al cambiamento. La mostra Art is Food. Food is Art si propone, attraverso la rappresentazione artistica, di diffondere anche questo messaggio: l’arte, attraverso una riflessione critica, può contribuire al benessere individuale e sociale rendendo consapevoli della necessità di una sana e corretta alimentazione.
La rassegna gode inoltre del patrocinio di: Comune di Milano, Consolato Generale di Francia, Regione Veneto, Comune di Verona. Sponsor tecnico assicurativo: Ciaccio Broker. Con la collaborazione di Il Sandalo Equosolidale, Chico Mendes Altromercato, Pasticceria Bastianello e Istituto alberghiero Maggia di Stresa e Viticoltori De Conciliis di Prignano Cilento.

PERCORSI FORMATIVI in MOSTRA
La mostra offre l’opportunità di seguire percorsi formativi destinati prevalentemente agli studenti delle scuole della Lombardia, per approfondire temi della storia dell’arte con presentazione dei singoli artisti e delle correnti di appartenenza e per sostenere una formazione circa una sana e corretta alimentazione grazie alla collaborazione di dietisti e nutrizionisti.
I percorsi sono gratuiti con prenotazione obbligatoria: Associazione Flangini tel. 347.4533449.

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni: MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri  

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg  WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Sai cos’è la Romantikstrasse austriaca? Paesaggio e cultura, estate romantica. Il percorso

Lo stile di Michelangelo Buonarroti. Perché è ritenuto moderno?