Press "Enter" to skip to content
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte,
metti "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook.

Il toro eccitato, la vedova astinente e il mastino. Figure nascoste emergono anche da Giuditta e Oloferne del Caravaggio

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   

LE IMMAGINI DELLA PAGINA POSSONO ESSERE INGRANDITE, CLICCANDO SU DI ESSE
blank

blank

di Maurizio Bernardelli Curuz

blank

Caravaggio ha la necessità di arrivare alla composizione e alla stesura del quadro attraverso la massima compressione espressiva. Egli ritualizza l’accumulo di materiale iconico, attraverso una serie di gesti pittorici che compie sia sull’imprimitura – la preparazione profonda della tela o della tavola – che sui quattro lati dell’opera. Le imprimiture e gli strati più profondi del dipinto pullulano letteralmente di figure, molto spesso generate da reticoli incisi, da forme floreali – rosa o margherita – che hanno la funzione di moltiplicare il sommovimento della materia finale e di creare, per il pittore che giace al centro del luogo pittorico, in un processo di immaginazione sciamanica, un ambiente massimamente creativo. Come fosse al cospetto di una pietra da incidere, Caravaggio fa uso di uno stiletto o di un chiodo: incide immagini – spesso di tenore grottesco – grafemi, rendendo la materia fratta e intredendo di sé ogni spazio a disposizione. Dipinge piccole figure e rifinisce le stesse con l’uso di un pennello sottile. Giunge poi ad esiti di massimo realismo, comprimendo i meccanismi artificiosi del Manierismo, attraverso una serie di elementi che gli permettono di calarsi in modo totalizzante in un reale pozzetto del Senso. Il pozzetto è oscuro e lui lo riempie di materia, sulle pareti, nei quattro lati. Questa materia iconica abnorme – per quantità e qualità – e inquieta – i dipinti di Caravaggio sono ricchissimi di anamorfosi – ha il potere di agire sia sull’autore stesso – che si cala in modo drammatico, grottesco e totalizzante nel segmento della realtà rappresentata – che, in modo subliminale, sullo spettatore.
A livello di gruppo di lavoro abbiamo già evidenziato, nel ciclo Contarelli, quanto nella Natività palermitana o nella Flagellazione, la presenza di figure reversibili e anamorfosi, sia a livello di strati superficiali che nelle campiture profonde. Ora richiamiamo l’attenzione del lettore sulle figure d’eco semantica e gli elementi subliminali – da noi evidenziati – presenti in Giuditta e Oloferne. (1600-1602 circa, 145×195 cm), opera conservata alle Gallerie nazionali d’arte antica, nel Palazzo Barberini, a Roma.

blank

La vicenda narrata. Il libro di Giuditta – contenuto nella Bibbia – narra che la donna stessa liberò la città di Betulia assediata dagli Assiri del re Nabucodonosor. Giuditta era la ricca e giovane vedova di Manasse, possidente ebreo, che era morto, prima dell’invasione nemica, nei campi, a causa di un’insolazione. La vedova, bellissima, aveva mantenuto il legame profondo con il marito, mortificando la propria bellezza e restandogli fedele. E fu la sua bellezza fulgida a diventare un’arma mortale, quando i nemici giunsero in quella città. Per liberare il luogo dall’assedio, la giovane donna, si tolse gli abiti vedovili, si vestì in modo seducente, si profumò, mise i gioielli e raggiunse la tenda di Oloferne, il quale la trattenne con sé al banchetto, evidentemente con l’intenzione di giacere, poi, con lei; vistolo ubriaco, Giuditta gli tagliò la testa con la sua stessa spada e poi ritornò nella città, con la propria serva che recava con sé il macabro cimelio. Gli Assiri, trovato morto il loro condottiero, furono presi dal panico e facilmente messi in fuga dai Giudei.

blank

L’individuazione di nuovi materiali iconici, portati alla luce dal nostro gruppo di ricerca, consente di affermare che Caravaggio concepì la scena come atto finale dell’uccisione di un toro, al termine di un rituale di morte, paragonabile a una tauromachia.

Il toro è il possente Oloferne che, a causa del desiderio sessuale imperioso e della violenza che caratterizza i capi degli eserciti invasori, finisce per essere preda della sua stessa preda, Giuditta, che qui è concepita da Caravaggio come un matador, che finisce la bestia con la spada, recidendole la testa. Agli occhi di Caravaggio, Giuditta è la virtù eroica femminile, antipode di Pasifae, colei che in preda a un desiderio sessuale abominevole, fece costruire la sagoma di una vacca per essere posseduta carnalmente dal Minotauro. Elementi taurini legati al minotauro e all’ara in cui viene sacrificato il toro, appaiono frequentemente nelle preparazioni del fondo dei dipinti di Caravaggio – ben rilevabili nelle radiografie – e forse costituiscono uno dei numerosi elementi di autografia che Caravaggio inserisce nella texture delle proprie opere, forse come stemma parlato del cognome della madre, Aratori (Ara Tauris).

blank

 

Nel quadro del Caravaggio dedicato all’eroina ebrea, l’elemento taurino in Oloferne – simbolo di forza e di potenza sessuale primitiva – si presenta, ribaltato, nel drappo del giaciglio. Mano, stoffa e sangue dipinti da Caravaggio formano l’immagine di un animale – che si presenta come fusione di un toro, di un lupo e di una capra – colpito mortalmente al collo.

blank

 

Tutta la scena si permea della forma di un urlo, suscitato da un ferimento mortale improvvisa, imprevisto  e stupefacente. Il pittore accerchia il tema, lo rende dirompente, lo stipa di fughe e di motivi iconici che si ripetono e ripercuotono di sonorità drammatica l’intera superficie della tela, rilevandosi evidenti, solo in parte, in un immenso meccanismo alimentato da un affollamento di immagini subliminali.

blank

blank
blank

La serva – che è presente, nella scena caravaggesca, mentre nel libro biblico si narra che fosse rimasta all’esterno della tenda – è un assistente alla tauromachia. Brandisce il telo come una cappa e non soltanto per accogliere la testa del toro. Le due mani stringono vigorosamente la stoffa così da formare due lembi simili a orecchi d’animali o a corna, secondo ciò che il pittore stesso – molto presumibilmente – già prevede in un disegno di toro in forma di panneggio, nel Fondo Peterzano – disegno I36130076 – e come egli prevede pure a livello della preparazione pittorica di Giuditta e Oloferne, configurazione che emerge grazie al referto radiografico – qui sotto evidenziato

blank

blank

 

Il pittore, pertanto, assimila questa figura a quella di un assistente alla macellazione chiamato – nel caso l’uccisione dell’animale si rivelasse complessa – a gettare uno straccio sul muso dell’animale da macellare, per disorientarlo e favorire il colpo mortale. Ma la vecchia serva, che Caravaggio trae iconograficamente da Leonardo – cfr immagine qui sotto –

blank

è anche un mastino, un vecchio, fedele e severo cane da guardia, al quale il defunto Manasse ha affidato la sorveglianza attiva dell’astinenza sessuale della propria moglie. Mostruoso e infernale è il profilo della vecchia serva, cane fedele, custode della pudicizia della padrona. Tanto simile a un vecchio cane devoto alla padrona o a un mostro vendicativo di una gargouille, come ben possiamo vedere, nell’immagine.

blank

blank
Mento ciniforme e orecchio antropomorfo nel disegno I31700075 del Fondo Peterzano-Caravaggio
blank
Particolare della stessa immagine, ruotata
blank
Figura antropomorfa forma la cavità dell’orecchio di Giuditta nel dipinto di Caravaggio. Un orecchio che ascolta ciò che giunge dall’oscurità. Molti padiglioni auricolari dei personaggi di Caravaggio – sia nei dipinti che nei disegni del Fondo Peterzano – sono, visti al contrario, piccole figure spirituali che suggeriscono al personaggio stesso l’azione da compiere

 

blank

blank
Figura che emerge dal volto ribaltato della serva di Giuditta, osservata alla distanza. L’immagine dimostra l’uso sovrapposto di sagome che permettono di racchiudere immagini nelle immagini. Ciò conferma l’elevatissima complessità ottica delle opere del pittore le quali, solo a una visione frontale, sono improntate a un realismo, di facciata.

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a [email protected] inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
blank
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis blank   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto blank Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo a cura della redazione di Stile arte

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti.

Vuoi rimanere aggiornato su offerte, occasioni, gadget a prezzi stracciati? Moda, arte, tecnologia sono la tua passione? Segui il nostro canale Telegram. Stile arte seleziona per te i prezzi del momento. Buoni, sconti e opportunità da cogliere al volo. L'iscrizione è semplice e grautita, Clicca qui per iscriverti al canale: https://t.me/stilearte Sei poco pratico di Telegram e vuoi capire di cosa si tratta? Leggi questo nostro approfondimento -> https://www.stilearte.it/?p=279033

Colori a olio: ecco le recensioni:

MAIMERIblank: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeriblank
 
blank
Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)
   

Royal Talens: il rinomato brand - fondato nel 1899 e da sempre sinonimo di grandissima qualità - ha presentato  il suo più prestigioso set di pittura ad olio. Se si vuole acquistare o regalare il meglio del meglio ecco l'Edizione 'Excellent' in custodia in legno – Con vernice, tavolozza e pennelli. La vernice ad olio della gamma Rembrandt è realizzata con la più elevata concentrazione possibile di pigmento finemente macinato, con tutte le 24 pitture del set classificate come resistenti per 100 anni alla luce.Clicca qui per visualizzare e acquistare i prodotti Royal Talensblank

blank
Royal Talens – Scatola con colori ad olio Rembrandt – Edizione 'Excellent' in custodia in legno – Con vernice, tavolozza e pennelli - Acquistala qui
E' possibile acquistare anche un set più accessibile al grande pubblico,  il Royal Talens - Rembrandt Oil Colour Box - Master Gold Edition. Meno colori e meno accessori, ma qualità massima.
blank
Royal Talens - Rembrandt Oil Colour Box - Master Gold Edition - Acquistala qui
  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrarioblank  
blank
CASSETTA IN LEGNO DI FAGGIO MISURE 30X40 COLORI OLIO VAN DYCK FERRARIO
  OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Hollandblank
blank
Old Holland: Colori - Qui trovi una selezione di colori a olio
WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburgblank
blank
Williamsburg olio Signature colori Set - Prezzo: EUR 63,70 + EUR 11,77 di spedizione
WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTONblank
blank
Winsor & Newton Winton Oil Assortimento 10 Tubi 37 ml Assortiti - Prezzo consigliato: EUR 51,30 Prezzo OFFERTA: EUR 43,90 | Spedizione 1 giorno Risparmi: EUR 7,40 (14%) Tutti i prezzi includono l'IVA.