Home / I bambini nell'arte / La pala del Moretto. Ecco la prima pubblicita’ a una scuola d’infanzia
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

La pala del Moretto. Ecco la prima pubblicita’ a una scuola d’infanzia


Moretto-SanNicoladaBaripresentagliallievidiGaleazzoRovelliallaMadonnaintronocolBambinoSeguendo il sontuoso vento cromatico di Tiziano che spirava con prepotenza sulla Terraferma, ma in un tessuto psicologico e disegnativo dominato da una Grazia che doveva giungere dalla visione delle stampe di Raffaello, Moretto, in un’elegante cornice architettonica, collocò un singolarissimo episodio devozionale che ebbe, al contempo – nell’edificio di culto – la funzione di manifesto pubblicitario per una scuola di Brescia, la città dell’artista.
Devozione e promozione, direttamente, nella sacra cornice del tempio, nel quartiere in cui il grammatico esercitava la propria attività didattica, evidentemente a favore dei rampolli della nobiltà e della borghesia cittadina. Il quadro raffigura san Nicola di Bari che presenta alla Madonna, in trono con il Bambino, gli allievi di Galeazzo Rovelli.
La scena punta a evocare un’atmosfera di domestica naturalezza, nell’effusione sentimentale che unisce Maria e il piccolo Gesù – i quali appaiono vivi, miracolosamente materializzati da una pala d’altare che immaginiamo collocata alla destra del dipinto, all’interno di un’edicola retta da una colonna e da una lesena – a san Nicola e agli allievi del maestro, che occupano il piano del pavimento e che si affidano ai protettori celesti, portando con sé omaggi votivi, come in una cerimonia d’avvio dell’anno scolastico.


La Madonna si protende verso i remigini – il movimento è sottolineato dal rigonfiamento del velo, che si stacca dalle spalle -, mentre il Bambino le accarezza il volto, con infinito amore. L’indice di Maria intende però portare l’attenzione di Gesù in direzione dei visitatori, invitandolo ad una più autorevole benedizione.
Gli studiosi hanno sempre supposto, come pare probabile, che il volto di san Nicola fosse quello del maestro Galeazzo, che all’epoca aveva sessantasette anni, età perfettamente compatibile con quella dell’effigiato. Sul cartiglio, collocato alla base dell’altare laterale, appare la dedica che rende inequivocabile, anche laddove potessero manifestarsi dubbi sul riconoscimento fisionomico del grammatico, l’identità del maestro: “Virgini deipare / et divo Nicolao / Galeatius Rovellus / ac discipuli d.d. / MDXXXIX”. “Alla Vergine madre di Dio e a san Nicola, Galeazzo Rovelli e discepoli dedicarono. 1539”.
Ma chi era Galeazzo Rovelli? Nato nel 1472 a Rovato, borgo a una decina di miglia dal capoluogo provinciale, figlio di un certo Martino, venne censito come maestro di grammatica, a Brescia, nel 1534. Abitava in contrada di Santa Maria dei Miracoli – e forse, come usava al tempo, presso la propria abitazione aveva aperto la scuola -, vicino all’omonima chiesa per la quale fece eseguire la pala.
Il dipinto, come testimonia la dedica, venne pagato dall’insegnante stesso, magari con il contributo economico delle famiglie dei bambini e in particolar modo dei primi due studenti, vestiti allo stesso modo, a differenza degli altri alunni che stanno alle spalle del santo-maestro: evidentemente due fratellini che, per censo, posizione sociale preminente e, arguiamo, per il cospicuo apporto finanziario alla realizzazione dell’opera, maturarono il diritto di essere ritratti in prima fila, mentre recavano le importanti insegne ed offerte votive di san Nicola.


Furono, questi, i decenni nei quali gli investimenti in cultura, nella città di Moretto, si manifestarono di notevole entità. Superato il periodo di guerra (1508-1515), il Consiglio aveva stanziato fondi consistenti per pagare insegnanti di retorica, varia umanità e istituzioni civili. Il 16 settembre 1519, in una provvisione del Comune si esaltava il valore delle lettere e si prendevano iniziative per una nuova, regolare ripresa dell’insegnamento; tale provvisione fu reiterata nel 1545 e nel 1563. Gli insegnanti ebbero anche importanti agevolazioni, considerata la rilevanza sociale della loro attività. Soltanto a metà del Cinquecento, il Comune, considerato l’elevato giro d’affari che s’era sviluppato nel campo dell’educazione, deliberò l’abolizione del privilegio dell’esenzione fiscale per i maestri. Nel 1532 un caro amico del Moretto, Agostino Gallo, con la collaborazione di altri maggiorenti della città diede il via alla prima scuola popolare gratuita aperta ai fanciulli poveri, tenuta agli esordi in Duomo Vecchio, poi nell’attiguo battistero. Pochi anni dopo, nel 1535, sant’Angela Merici, al cui milieau Moretto apparteneva, fondava la “Compagnia delle dimesse” per la promozione dell’istruzione femminile.
Perché fu scelta la figura di san Nicola ad occupare una posizione centrale nella pala di devozione e propaganda del maestro lombardo?
Il santo era considerato protettore dei fanciulli, dei marinai, dei prigionieri e degli studenti. Infatti, egli avrebbe resuscitato tre chierici
– studenti, appunto, che percorrevano la lunga strada per il sacerdozio – derubati e uccisi da un oste.
Orfano di una famiglia molto ricca, Nicola venne portato in un monastero per essere educato da prete. Qui trascorse la giovinezza e, quando lasciò il cenobio, diventò vescovo di Mira. La leggenda più nota legata alla sua vita
– ricordata anche nel Purgatorio di Dante (XX, 31-33) – è quella delle monete d’oro, che sono peraltro raffigurate sulla cima del bastone retto da uno dei piccoli studenti, nel quadro del Moretto, alle spalle del santo. Un nobiluomo caduto in disgrazia si disperava per la sorte delle sue tre figlie, per le quali non disponeva dei fondi utili a costituire una dote. Nicola volle aiutare la famiglia e, per due notti consecutive, gettò dentro la finestra del loro castello un sacco pieno di monete d’oro. La terza sera il padre, che intendeva scoprire l’identità del misterioso benefattore, chiuse tutte le finestre, e Nicola fu costretto ad arrampicarsi sul tetto per calare le monete giù dal comignolo. Il denaro, cadendo, si infilò nelle calze delle fanciulle appese ad asciugare vicino al camino.


Molto spesso, per ragioni di semplificazione iconografica, i tre sacchi di monete sono rappresentati come altrettante palle d’oro, quelle che vengono sorrette dal secondo alunno nel dipinto di Moretto; alunno che non reca, come scrisse il Gombosi nel 1943, “il suo dono con buffa avarizia”, ma – notiamo noi – con il tipico atteggiamento dei bambini che sono costretti a trasportare oggetti pesanti e ingombranti, tenendoli tra le mani e appoggiandoli, al contempo, al petto. Chiara prova, questa, della sensibilità realistica dell’artista, che esplora i volti e i corpi dell’infanzia con gli esiti di una dolcissima verità. (mbc)

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni:
MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri
 

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

   

Royal Talens: il rinomato brand - fondato nel 1899 e da sempre sinonimo di grandissima qualità - ha presentato  il suo più prestigioso set di pittura ad olio. Se si vuole acquistare o regalare il meglio del meglio ecco l'Edizione 'Excellent' in custodia in legno – Con vernice, tavolozza e pennelli. La vernice ad olio della gamma Rembrandt è realizzata con la più elevata concentrazione possibile di pigmento finemente macinato, con tutte le 24 pitture del set classificate come resistenti per 100 anni alla luce.Clicca qui per visualizzare e acquistare i prodotti Royal Talens

Royal Talens – Scatola con colori ad olio Rembrandt – Edizione 'Excellent' in custodia in legno – Con vernice, tavolozza e pennelli - Acquistala qui

E' possibile acquistare anche un set più accessibile al grande pubblico,  il Royal Talens - Rembrandt Oil Colour Box - Master Gold Edition. Meno colori e meno accessori, ma qualità massima.

Royal Talens - Rembrandt Oil Colour Box - Master Gold Edition - Acquistala qui

  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland

Old Holland: Colori - Qui trovi una selezione di colori a olio

WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg

Williamsburg olio Signature colori Set - Prezzo: EUR 63,70 + EUR 11,77 di spedizione

WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabil e Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON

Winsor & Newton Winton Oil Assortimento 10 Tubi 37 ml Assortiti - Prezzo consigliato: EUR 51,30 Prezzo OFFERTA: EUR 43,90 | Spedizione 1 giorno Risparmi: EUR 7,40 (14%) Tutti i prezzi includono l'IVA.

REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Come funzionava la bottega di un pittore antico? Diverse figure, diverse funzioni. L’analisi dei ruoli

Ecco i demoni del peccato che apparvero a Costanza, protettrice del Caravaggio