Home / Arte contemporanea / L’annunciazione pittorica e scenica di Tiziano nella passione contemporanea di Richter – La sfocatura
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

L’annunciazione pittorica e scenica di Tiziano nella passione contemporanea di Richter – La sfocatura

Tiziano Vecellio, “Annunciazione”, 1539, olio su tela, Venezia, Arciconfraternita di San Rocco

,

Gerhard Richter “Annunciazione da Tiziano”, 2015, stampa giclée diasec montata su pannello in alluminio, Collezione privata

di Elena Charlotte Rainelli

La Fondazione Palazzo Te a Mantova con il patrocinio del ministero dei Beni e delle attività culturali, dal 7 ottobre 2018 al 6 gennaio 2019, ospita la mostra Tiziano/Gerhard Richter” Il Cielo sulla Terra”, curata da Helmut Friedel, Giovanni Iovane e Marsel Grosso. Uno tra i più grandi artisti contemporanei racconta il suo incontro misterioso dell’Annuncio e il suo rapporto con la pittura di Tiziano. Il percorso d’esposizione è caratterizzato da 17 opere di Ricther e da due capolavori del maestro cadorino: l’Annunciazione di San Rocco di Venezia e quella conservata al Museo Nazionale di Capodimonte di Napoli. Le due tele preziose sono presentate con alcuni lavori preparatori. L’architetto Piero Lissoni, con Lissoni Associati e Graphx, ha curato l’allestimento e il progetto grafico per accompagnare questo incontro tra due artisti simbolo del proprio momento storico e culturale. Gerhard Richter nasce nel 1932 a Desdra. Nel 1951 si iscrive all’accademia delle Belle Arti di Desdra e frequenta il dipartimento di pittura murale diretto da Heinz Lohmar, artista cosmopolita, e si documenta attraverso la rivista fotografica Magnum. Gli è concesso viaggiare in Germania dell’Ovest e in altri paesi dove a modo di visitare musei, vedere film e partecipare a lavori teatrali. Nel 1961 frequenta l’Accademia di Dusseldorf; sebbene influenzato dalle tendenza degli anni Sessanta (Arte Concettuale, Performance e Pop Art) Richter darà particolare attenzione al Medium pittorico. Sperimenta un processo pittorico che va dal realismo fotografico all’Astrattismo, dal monocromo ad un random di colori. Molte dei suoi lavori fino a primi anni Settanta sono figurativi e basati su fotografie che l’artista selezionava da riviste. Le sue foto-pitture sono sempre realizzate con la tecnica dello sfocato.

Nel 1972 Richter partecipa alla Biennale di Venezia e incontra la visione dell’Annunciazione di Tiziano di San Rocco. E’ una sorta d’illuminazione che si conserva attraverso la memoria di una cartolina e di riproduzioni fotografiche. Da qui nasce il desiderio per uso personale di crearne una copia. Ciò fa si che l’artista contemporaneo nel 1973 dipinga cinque versioni dell’Annunciazione, unico soggetto che legherà Richter con un artista del passato. Numerosi invece gli altri temi affrontati: ritratti, still-life con teschi, paesaggi e molteplici immagini di nuvole. L’Annunciazione in Tiziano è particolare. Se analizziamo le due opere in esposizione prima quella di san Rocco e poi quella di Napoli, si nota come il grande maestro trasformi una scena del cristianesimo legata alla “Conceptio per aurem” (attraverso l’orecchio della Vergine) tramite lo stupore silenzioso in un’apoteosi del cielo, con un’esplosione dell’uso del colore. Tiziano tratta il tema dell’Annunciazione senza l’organizzazione dello spazio prospettico ma tramite la pittura che fissa la narrazione del soggetto rappresentato. Il luogo architettonico da spazio al cielo divino, alle nuvole, alla luce dello Spirito Santo che illumina i due protagonisti : l’angelo Gabriele e la Vergine Maria.

 

Il raffronto

 

Tiziano Vecellio, “Annunciazione” ,1539, olio su tela, Venezia, Arciconfraternita di San Rocco

Richter decide di regalarsi l’opera vista a Venezia tramite una foto-pittura sfocata, una storia che illustra il suo pensiero e tramite il colore la trasparenza della visione nel rapporto con un “oltre” misterioso. L’obiettivo di Ricther non è riprodurre la tecnica pittorica del maestro del Rinascimento ma concentrarsi sul motivo originale. Gli elementi rimangono identici.

Richter “Annunciazione da Tiziano” 2015 Stampa giclée diasec montata su pannello in alluminio, Collezione privata

Richter evidenzia con la sua tecnica una superficie della sua opera in modo indefinito tramite lo slancio e la luminosità del vestito rosso dell’angelo, il chiarore della luce che illumina la scena e il blu intenso del mantello della Vergine. La particolare sintonia tra i due artisti è dato dal movimento della pittura capace di dare immagine ad un annuncio tramite fluidità e trasformazione. I quadri di Tiziano presentano un impasto cromatico ricco e sfumato, con contrasti decisi che danno un dinamismo tutto particolare attento ai giochi di luci. Tra i colori più utilizzati da Tiziano c’è appunto il rosso, per risaltare l’eleganza e la bellezza femminile. Nelle opere di Tiziano, il rosso che porta il suo nome evoca un’atmosfera calda, luminosa, che permette di giocare con l’effetto della luce. Nell’Annunciazione di San Rocco l’elemento che ha un valore pittorico è il drappo rosso, anti prospettico, appoggiato sulla balaustra; una stoffa rossa, che occupa uno spazio dominante nel quadro ma che risulta elemento di disturbo, un elemento che illude il nostro sguardo sulla costruzione prospettica della superficie, una nonchalance pittorica. Anche Richter omaggia la tinta rosso Tiziano preziosa nell’antichità e che ai giorni nostri è una sfumatura sempre di tendenza, in quanto riesce a mettere in evidenza la femminilità. A questa istanza dedica l’ultima sala, nella quale Richter ha voluto presentare un suo specchio rosso, del colore della veste della vergine di Tiziano, a testimonianza di un riverbero che attraversa il tempo e custodisce segreti. “Le immagini sono idee in forma pittorica e l’idea deve essere leggibile, sia nella singola immagine che nel contesto collettivo. Il che presuppone, ovviamente, che le parole sono utilizzate per veicolare informazioni sull’idea e sul contesto. Tuttavia niente di tutto ciò vuol dire che le immagini funzionano come illustrazione di un’idea: in ultima analisi, esse sono l’idea. Né che la formulazione verbale di un’idea possa essere considerata come una traduzione della dimensione visiva. È piuttosto un’interpretazione, letteralmente una riflessione.” (Gerald Richter)

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni:
MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri
 

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

      FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland

Old Holland: Colori - Qui trovi una selezione di colori a olio

WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg

Williamsburg olio Signature colori Set - Prezzo: EUR 63,70 + EUR 11,77 di spedizione

WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON

Winsor & Newton Winton Oil Assortimento 10 Tubi 37 ml Assortiti - Prezzo consigliato: EUR 51,30 Prezzo OFFERTA: EUR 43,90 | Spedizione 1 giorno Risparmi: EUR 7,40 (14%) Tutti i prezzi includono l'IVA.

REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Il meraviglioso chalet del pittore Balthus. 113 finestre, facciata scolpita nel Settecento. Il video

Hokusai (1760-1849), ritmiche ondate di piacere. I quaderni proibiti dell’autore dell’Onda. Il video