Home / News / Visitiamo insieme la tomba di Shakespeare. Anche con il georadar
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Visitiamo insieme la tomba di Shakespeare. Anche con il georadar

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995>

Il monumento a William Shakespeare, collocato sul muro, poco sopra le tombe del poeta e della moglie

Il monumento a William Shakespeare, collocato sul muro, poco sopra le tombe del poeta e della moglie, nella foto scattata da Tom Reedy

Sarebbe stato stato trafugato nel passato, il teschio di Shakespeare. Queste le prime conclusioni, raggiunte in questi giorni da un pool di studiosi che con geo-radar hanno esplorato la tomba del grande drammaturgo, morto il 23 aprile 1616. Strumentazioni all’avanguardia, hanno scandagliato il pavimento della chiesa in cui riposa lo scrittore, nella chiesa della Santa Trinità, a Stratford-upon-Avon (centro-ovest dell’Inghilterra). “Abbiamo notato irregolarità all’altezza della testa – ha detto l’archeologo Kevin Colls in un documentario che andrà in onda su Channel 4 – In effetti esisteva una fonte antica che riferiva di questo trafugamento che sarebbe avvenuta nel 1794, ad opera di un gruppo di predatori di reliquie e di cimeli storici. E sono convinto che non si trovi nemmeno nella Holy Trinity Church”. Michael Dobson, direttore dello Shakespeare Institute all’Università di Birmingham, è invece convinto che la storia del teschio sottratto resti una leggenda anche di fronte ai rilevamenti e perchè alla fine del 18esimo secolo era piuttosto inusuale la ricerca di ‘trofei’ nelle tombe dei grandi autori. Dubbi sono stati espressi anche dal vicario della Holy Trinity, Patrick Taylor, secondo cui ”non ci sono prove sufficienti per affermare che il teschio sia stato preso” e soprattutto non ci sono piani per aprire la tomba e accertare se i resti siano integri o meno. Di sicuro ossa e teschi si possono trovare in grande quantità nelle opere di Shakespeare, a partire dall’Amleto.


shakespeare ritratto

Il vero volto del poeta e drammaturgo in un ritratto venuto alla luce in tempi a noi vicini. Gli altri presunti ritratti non sono infatti reali

 

Le sepolture dei coniugi Shakespeare ricavate nel pavimento della chiesa. Sulla lastra tombale del poeta appare la maledizione a chi toccherà le sue ceneri

Le sepolture dei coniugi Shakespeare ricavate nel pavimento della chiesa. Sulla lastra tombale del poeta appare la maledizione a chi toccherà le sue ceneri

La scansione radiografica consente di andare al di là della pietra e di capire se sia vero ciò che è stato per lungo tempo affermato: nel corso della sepoltura, come avveniva in alcuni casi, in quei tempi, si dice che furono collocati alcuni oggetti e alcuni suoi libri. Qualcuno aggiunge che, nella bara stessa o forse nell’intercapedine tra il feretro e la tomba, possano essere stati collocati alcuni manonoscritti di opere non concluse o in fase di revisione. Fu per questo motivo che negli anni Settanta alcuni ladri perlustrarono la chiesa, ritenendo che i libri fossero nascosti in un’edicola, sovrastante la tomba di William e della moglie Anna. L’ipotesi che la tomba possa contenere, oltre ai resti di uno dei massimi interpreti del mondo, anche oggetti a lui appartenuti o segreti manoscritti sarebbe confermata, a detta dei cacciatori di tesori, da una frase dell’epitaffio, lì incisa: “Amico, per l’amor di Gesù, rinuncia a scavare la polvere qui racchiusa. Benedetto sarà colui che risparmia queste pietre. E maledetto colui che rimuove le mie ossa”.
shakespeare Stratford

Proprio per rispettare il volere del poeta e drammaturgo nulla fu mai toccato, anche durante il restauro della chiesa, avvenuto nel 2008. I risultati delle ricerche sono tenuti per ora sotto silenzio. Verranno svelati dall’emittente britannica Channel 4 che ha promosso l’indagine. Forse la trasmissione sarà programmata proprio per il 25 aprile, giorno in cui Shakespeare spirò. Molte sepolture, tra il Medioevo e il seicento, contenevano medagliette o immagini sacre. Dante Gabriel Rossetti, nell’Ottocento, sempre in Inghilterra, fece seppellire i suoi poemi accanto alla moglie. Poesie che riuscì a recuperare solo nel 1869, dopo aver riesumato il corpo di Elisabeth, per pubblicarle nella raccolta intitolata semplicemente “Poems”.


Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni: MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri  

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg  WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Quei quadri pornografici. Ecco le posizioni preferite a Pompei

Danza, il dinamismo universale di Gino Severini