Home / News / Marionette e burattini dal Cinquecento all’arte contemporanea. La mostra a Cles
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Marionette e burattini dal Cinquecento all’arte contemporanea. La mostra a Cles

BURATTO, FILI, BASTONI
Marionette e burattini dal Cinquecento all’arte contemporanea
Cles, Palazzo Assessorile
fino al 28 settembre 2014
Comune di Cles
Assessorato alla Cultura

Apertura:
aperto dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00. Aperture serali, dalle 20.00
alle 22.00, durante le manifestazioni di piazza. Chiuso il lunedi.
Entrata libera.
Info: 0463 662091 / 0463 421376

‘Buratto, fili, bastoni’, nei prestigiosi spazi del cinquecentesco Palazzo Assessorile di Cles (Tn), presenta una selezione di oltre cinquecento pezzi da  una delle principali raccolte mondiali di marionette e burattini, la collezione  Zanella/Pasqualini dal Museo di Budrio (Bo).

In esposizione non solo marionette,  burattini e pupi delle principali dinastie di burattinai italiane, ma anche  scenografie, preziosi teatrini come quello regio appartenuto a Vittorio Emanuele  II, antichi bagagli da lavoro di burattinai, case giocattolo, ombre ed oggetti di  scena. Grazie alla disponibilità di Vittorio Zanella e Rita Pasqualini si potrà  ammirare tutto quello che un tempo serviva al burattinaio per fare il proprio  mestiere e portare nelle comunità storie, racconti, fantasia e divertimento.

I pezzi  in mostra descrivono oltre quattro secoli di storia, dalla marionetta  rappresentante Carlo Magno del 1580 di Pietro Datelin al settecentesco Amleto  di Pietro Resoniero, dal burattino ottocentesco raffigurante Garibaldi di Augusto  Galli al pupo Orlando di Sebastiano Zappalà. Saranno rappresentate, fra le altre,  le grandi dinastie dei ferraresi/torinesi Lupi, dei milanesi Colla, dei veneziani  Labia e Zane, del piemontese Rame, dei bolognesi Cuccoli, dei modenesi Preti,  dei parmensi Ferrari e dei mantovani Sarzi.  L’esposizione vuole raccontare il fascino delle marionette e dei burattini  non solo come complessi specchi, a volte grotteschi, dell’umano o come semplici  mezzi di svago, ma soprattutto come opere di alto artigianato, come vere e  proprie opere d’arte fatte di una pregevole mescolanza di scultura, pittura,  sartoria ed architettura.

Lo stretto collegamento fra tutte le arti che produce il mondo del teatro di  figura è celebrato con un percorso espositivo nel quale è stato pensato un  dialogo stretto con la rappresentazione artistica contemporanea tramite  l’affiancamento, a storiche baracche e preziosi burattini, di opere pittoriche e  scultoree di alcuni fra i principali artisti della scena italiana ed internazionale,  alcuni dei quali chiamati apposta a reinterpretare la marionetta, le sue funzioni, le  sue passioni, la sua storia ed il suo fascino.

Artisti quali Giorgio Ramella, Luigi  Stoisa, Mario Surbone, Pietro Weber, Paolo Tait, Franco Rasma, Marcovinicio ed  Enzo Obiso, solo per citarne alcuni, hanno creato per questa mostra opere che in  maniera diversa riescono a descrivere l’incanto delle marionette e dei burattini. Accanto agli artisti invitati, la mostra ospita opere di grandi autori del Novecento  a confronto – o meglio in dialogo – con le marionette, i burattini ed i pupi esposti.

Opere di Andy Warhol, Kate Haring, James Brown, per esempio, si pongono  come moderne rappresentazioni di quegli aspetti popolari, di strada, propri anche  del teatro di figura mentre il primitivo ruolo totemico e sacrale della marionetta è  messo in rapporto con opere arcaizzanti di tre protagonisti indiscussi della  Transavanguardia, Mimmo Paladino, Enzo Cucchi e Sandro Chia.

Artisti in mostra:
Andy Warhol, Keith Haring, James Brown, Lucio Fontana, Fortunato Depero,
Felice Casorati, Mimmo Paladino, Enzo Cucchi, Sandro Chia, Aldo Mondino,
Mario Giacomelli Luigi Stoisa, Franco Rasma, Giorgio Ramella, Marcovinicio, Mario Surbone, Francesco Casorati, Paolo Tait, David A. Angeli, Giancarlo Vicario, Enzo Obiso, Pietro Weber, Johan Muyle, Marco Pellizzola, Sergio Nannicola, Italo Bressan

Valutazione gratuita quadri e oggetti - Come vendere e guadagnare da casa - Fare gli artisti e guadagnare

1- VALORE QUADRI E D'OGNI OGGETTO - Qui gratis valutazioni e stime, quotazioni, coefficienti INIZIA LA STIMA GRATUITA
Servono un paio di foto - fatte anche con il telefonino - del quadro o dell'oggetto da collezionismo o vintage da valutare gratuitamente, perché in questo modo ci sarà possibile fornire una stima reale dell'opera o dell'oggetto, in quanto le quotazioni differiscono nell'ambito della produzione dello stesso autore o manifattura e la valutazione è sempre commisurata alla qualità dell'opera od oggetto e a tutti i precedenti d'asta, su opere delle stesse dimensioni, se esistono. I borsini o preziari mostrano infatti grandi limiti nell'arte e nel collezionismo. Se infatti funzionano discretamente per le automobili - che sono infinite repliche - non possono essere automaticamente applicati a un pezzo d'arte o di collezionismo. Le stime che ti offriamo gratuitamente -  in una sinergia Stile Arte-Catawiki - tengono conto dell'insieme di più fattori e possono riguardare quadri od oggetti di collezionismo di ogni provincia o di ogni area. Chi meno se ne intende - e facciamo l'esempio dell'arte - potrà sapere se quello che ha è una stampa o un'oleografia o un dipinto. Potrà conoscerne l'epoca, la qualità e ricevere una stima economica gratuita
 
 

cliccare sul bottone arancione, qui sotto, per inviare le foto

TUTTO AVVIENE ON LINE. SENZA DOVER PARLARE CON NESSUNO. CLICCARE SUL LINK GRATUITO ARANCIONE  QUI SOTTO, PER MANDARE FOTO E DESCRIZIONE OGGETTO PER LA STIMA GRATUITA E INFORMALE. PUOI COSI' CHIEDERE UN SEMPLICE PARERE sul valore di mercato dell'oggetto. E' dal 1995 che forniamo gratuitamente stime.
CLICCANDO TI SI APRIRA' UNA SCHEDA in cui dovrai mettere foto - è semplice come caricare un'immagine su Facebook - e indicare le dimensioni dell'oggetto

 

2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

I messaggi cifrati nel quadro dell’Apparizione della Madonna della Stella del Romanino

“Quella Venere è volgare, ha il sedere grosso”. Hayez: “Ho copiato le forme della ballerina Carlotta”

Condividi
Tweet
+1
Condividi
WhatsApp