Press "Enter" to skip to content
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte,
metti "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook.

Nello scavo scoperti i depositi dei vasai merovingi del V secolo. Recuperati centinaia di chili di ceramica

Condividi:

Seguici su Facebook e metti Mi Piace alla pagina di Stile Arte:

Diverse centinaia di chili di ceramiche del periodo merovingio sono state recuperate, nelle scorse ore, dagli archeologi francesi dell’Inrap – l’istituto nazionale francese delle ricerche archeologiche preventive – durante uno scavo di verifica, in vista di alcuni lavori edilizi, nella zona.

blank
Veduta generale dello scavo © S. Morel, Inrap

Lo scavo, oltre a portare alla luce notevoli quantità di materiali, rimasti sotto il terreno per secoli ha premesso di ricostruire una piccola parte – ma estremamente interessante – di uno dei nuclei artigianali antichi di Sevrey, comune francese di 1.472 abitanti situato nel dipartimento della Saona e Loira nella regione della Borgogna-Franca Contea, un centro conosciuto dagli archeologi medievisti per la presenza di botteghe per la lavorazione della ceramica, in un arco temporale che va dal V secolo, fino a giungere al XIX.
una zona, per la presenza di ottime materie prime e di artigiani in grado di lavorarle abilmente, altamente vocata, sotto questo profilo.

blank

blank

Gli scavi dell’Inrap hanno permesso di ricostruire un nuovo tassello della storia del luogo e della ceramica popolare francese ed europea, poichè il vasellame di Sevrey – solido, elegantemente sobrio, spesso colorato con tinte pastello o bistro – veniva commercializzato fino all’attuale Svizzera o fino alle sponde del Mediterraneo.

blank
Parte delle ceramiche recuperate durante la campagna di scavo © P. Quenton, Inrap

“Le forme classiche del servizio da osteria dominano largamente il repertorio delle produzioni, ovvero pentole, brocche, ciotole carenate e mortai – spiegano gli archeologi dell’inrap – Oltre a questi canoni classici, esistono anche diverse forme ricorrenti come tazze, lampade, bottiglie o coperchi. Da segnalare la presenza di alcuni pezzi eccezionali come una brocca con doppio manico o vasi in miniatura, che evocano prove o ordini specifici”.
L’interesse di questa nuova operazione, spiegano gli studiosi dell’Inrap, è quello di consentire lo studio di vestigia legate all’artigianato della ceramica risalenti al periodo merovingio. Diverse fosse di lavoro, installate lungo un asse stradale, sono state riutilizzate come discariche.

La scoperta di un pozzetto sottolinea l’importanza dell’approvvigionamento idrico nella catena di processo della produzione ceramica. Da notare anche la presenza in quantità limitata ma significativa di scorie ferrose che indicano l’esistenza di una vicina fucina, ma anche di scarti di macelleria risalenti allo stesso periodo. Una porzione di via che sembrava ruotare economicamente attorno alla bottega del vasaio e che offriva servizi complementari. Al quartiere artigianale merovingio succedette l’impianto di un piccolo gruppo di tombe, risalenti all’VIII-IX secolo.

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a [email protected] inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
blank
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis blank   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto blank Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!