Home / News / Nuova Scuola Romana –
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Nuova Scuola Romana –


Roberto Gramiccia ha scritto un libro indispensabile. Mancava, infatti, un’opera dedicata a una realtà che può essere a ragione definita protagonista dell’arte italiana degli ultimi decenni, non meno della Transavanguardia e dell’Arte povera. Stiamo parlando della Nuova Scuola Romana.
L’autore ha conosciuto e frequentato i membri del gruppo, ne ha accompagnato – da critico – vicende, successi e momenti più difficili e controversi. Il suo è così un libro vivo, partecipe, oltre che documentatissimo. Davvero imperdibile. La fine degli anni ’70 è contrassegnata da quella che Gramiccia definisce “una generale tendenza al ritorno alla pittura”. In questo scenario ecco farsi largo nella Capitale sei artisti – Bruno Ceccobelli, Gianni Dessì, Giuseppe Gallo, Nunzio, Pizzi Cannella, Marco Tirelli – accomunati proprio dalla predilezione per la pittura (un’indubbia “attenzione pittorica” è riscontrabile persino nello scultore del gruppo, Nunzio).

Bruno Ceccobelli

Bruno Ceccobelli

Influenzati, in vario modo e misura, da un maestro come Toti Scialoja, i sei sono uniti pure dalla decisione di allestire i rispettivi atelier negli spazi dismessi dell’ex pastificio Cerere, in via degli Ausoni. Una scelta profonda, anche dal punto di vista affettivo, di radicamento consapevole, che in buona misura continua tutt’oggi (gustosi gli aneddoti riferiti dall’autore sulle frequentazioni, ad esempio, della contigua osteria di “Pommidoro”, ennesimo ma non secondario “luogo non canonico” di incontro quotidiano di artisti). Nel 1984, in occasione della mostra “Ateliers”, gli studi del Cerere aprono al pubblico.

Marco Tirelli

Marco Tirelli

L’evento assume un notevole rilievo, e si segnala pure per il tentativo da parte di Bonito Oliva di inquadrare il gruppo di via degli Ausoni in una cornice transavanguardistica: tentativo che, osserva Roberto Gramiccia, “appare comprensibile, anche se la verifica del tempo e quella del consenso critico e di pubblico mancheranno”. I consensi arriveranno però presto, a cominciare già dal 1986, con la conquista da parte di Nunzio del premio per la scultura alla Biennale di Venezia, e conseguente ricaduta positiva sui suoi compagni di viaggio. La definitiva consacrazione internazionale avviene nel 1991, con “Roma interna”, grande esposizione al Museo d’arte moderna di Vienna promossa da Lóránd Hegyi. Nel 1992 la mostra “Una generazione a Roma”, curata da Roberto Lambarelli, “fu un’occasione ulteriore per perfezionare in catalogo il tentativo di dare legittimità tassonomica al gruppo. Gli artisti degli Ausoni” sottolinea Gramiccia “diventarono i protagonisti di una Nuova Scuola Romana”.

Nunzio

Nunzio


Si è detto della linea interpretativa avanzata da Bonito Oliva, che a proposito del movimento parlò di seconda generazione della Transavanguardia, di “Transavanguardia fredda”. “Ma i tentativi di ‘mettere in fila’ un fenomeno così singolare e atipico” rileva l’autore del libro “sono falliti soprattutto per la responsabilità degli artisti stessi i quali, alla fine, hanno scelto ciascuno la propria strada, rifiutando teorie e sistemi interpretativi che rigidamente ne riassumessero e ne definissero i lineamenti. Malgrado tutto questo, è indubbio che all’inizio degli anni ’80 condividessero la scelta di una pittura nuova, originale, aperta a sollecitazioni diverse”. Il racconto di Gramiccia si conclude idealmente con la citazione di “Atelier 2004”, evento che ha avuto luogo nel cortile dell’ex pastificio a vent’anni esatti dalla storica mostra di cui si diceva, a conferma della permanenza nel tempo di elementi unificanti all’interno del gruppo. Il volume è arricchito da una prefazione di Lóránd Hegyi, da un’inedita documentazione fotografica di Stefano Fontebasso De Martino, nonché da schede biografiche dei sei artisti e da interviste esclusive agli stessi realizzate da Valentina Gramiccia. (e.g.)

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni:
MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri
 

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

      FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland

Old Holland: Colori - Qui trovi una selezione di colori a olio

WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg

Williamsburg olio Signature colori Set - Prezzo: EUR 63,70 + EUR 11,77 di spedizione

WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON

Winsor & Newton Winton Oil Assortimento 10 Tubi 37 ml Assortiti - Prezzo consigliato: EUR 51,30 Prezzo OFFERTA: EUR 43,90 | Spedizione 1 giorno Risparmi: EUR 7,40 (14%) Tutti i prezzi includono l'IVA.

REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Una magica scultura-gioiello di Yoko Ono e Lennon nelle miniere d’argento di Melle. Video

Goya, le violenze carnali sulle donne. I mostri vincitori fanno sesso davanti al marito e padre