Home / Arte contemporanea / Robert Morris, danza e lacrime delle statue nei sudari pietrificati
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Robert Morris, danza e lacrime delle statue nei sudari pietrificati


di Stefano Maria Baratti

 

La galleria Castelli a New York (18 East 77th Street) propone una mostra personale dell’artista Robert Morris (fino al 14 Novembre 2015), intitolata MOLTINGSEXOSKELETONSSHROUDS, otto sculture che rappresentano una tematica costante dell’autore americano: la dinamica del corpo umano. Le sculture sono state eseguite con una tela pattina belga in lino, immersa nella resina epossidica su un modello umano, rimossa ad essicazione effettuata.

morris 1

Il critico Carter Ratcliff scrive che «pochi sono gli artisti contemporanei che dimostrano di voler rappresentare l’inevitabilità fuggevole dell’esistenza, e l’interazione tra figure che, disassemblando il corpo fisico, evocano terrore, morte, consolazione, lutto e pianto.» Le figure di Morris, posizionate in una coreografia fantastica, senza riferimenti a luoghi precisi, ma con elementi plausibili dovuti alla natura del terreno e dell’aria, denotano cavità vuote all’interno degli indumenti con ambiguità concettuali, forme, segni e volumi immaginari .

morris 2

La messa in scena di questi personaggi fantastici rivela un grado di complessità che richiama gli otto pleurants, il gruppo delle statuette piangenti eseguite da Carl Sluter –  il maggiore scultore di stile gotico internazionale dell’Europa settentrionale – che si trovavano sulla tomba di Philippe Pot, siniscalco del duca di Borgogna. Questa coesistenza impossibile fra vuoto e pieno, accentuata dalla mobilità di personaggi di un repertorio drammatico privo di contesto,  propone un linguaggio gestuale universale attraverso movimenti corporei e  gestualità teatrali in grado di produrre astrazioni, oppure di fabbricare  condotte non verbali che caratterizzano un ricco corredo di sensazioni insolite.

morris 3

Dal 1966, Morris collabora saltuariamente alla rivista Artforum proponendo una serie di articoli incentrati sulla nuova trend artistica definita anti-form e alla fenomenologia della creazione.  Le sue realizzazioni artistiche in effetti si sono sempre accompagnate a un vasto corpus di saggi e altri scritti,  i suoi lavori spaziano dagli oggetti al linguaggio alle installazioni ambientali, tese a esplorare diverse tecniche e una grande varietà di materiali.  Negli anni cinquanta organizza con la moglie Simone Forti (ballerina e coreografa di origine italiana), movimenti  comuni  basati sui rapporti del corpo con lo spazio, il tempo, il suono e la luce. Inizia inoltre a collaborare  con lo Judson Dance Theater di New York, curando la coreografia di una serie di danze che sottolineano il relazionarsi con i grandi oggetti e la manipolazione del corpo umano. Anche in questi frangenti il rapporto del corpo con lo spazio circostante, con il linguaggio, il tempo, il suono e la luce da forma ai suoi lavori.  Si dedica intanto alla scultura realizzando assemblaggi in uno spirito neodadaista.

morris 4

 

Dalla metà degli anni Sessanta si è imposto come protagonista della minimal art con sculture modulari in lega di alluminio, legno, fibra di vetro, plastica e altri materiali industriali. I suoi lavori spaziano dagli oggetti al linguaggio alle installazioni ambientali, tese a esplorare diverse tecniche e una grande varietà di materiali, anche in metallo e in vetroresina. A partire dal 1967 cominciano ad apparire una serie di  scatter pieces per  la Process Art (Anti Form) e la Land Art (Earthworks),  importanti momenti per la scultura minimalista, consistenti in ammassi di materiali eterogenei (lana, terra, detriti, feltri, pezzi irregolari di metallo, ecc.) ammucchiati o sparsi sul pavimento in imprevedibili composizioni. Nel 1974 riceve il Guggenheim International Award e, nel 1975, lo Sculpture Award della Four Arts Society. 

morris 5

 

Il gusto per la sperimentazione lo porta a utilizzare sempre nuovi materiali elaborati in una base pittorica che codifica inquietanti assemblaggi,  nei quali la casualità è spesso una componente essenziale. È presente alla Biennale di Venezia del 1980 e, nel 1987, nella mostra Avant-Garde in the Eighties, presso il County Museum of Art di Los Angeles. Tenace sperimentatore, nelle opere più recenti Morris ha riscoperto l’esigenza di una più diretta osmosi  tra i materiali che trova piena manifestazione nelle sue recenti assemblaggi nelle mostre personali e retrospettive (Guggenheim Museum, Castelli e Sonnabend a New York;  Musée National d’Art Moderne-Centre Pompidou, Parigi) dove elabora una serie di soluzioni che s’inseriscono nell’ambito dell’arte concettuale, sempre evitando di definire la sua identità artistica attraverso un unico medium, forma o una struttura unica, ma evidenziando un processo mentale dell’operazione artistica in continua evoluzione.

 

Valutazione gratuita quadri e oggetti - Come vendere e guadagnare da casa - Fare gli artisti e guadagnare

1- VALORE QUADRI E D'OGNI OGGETTO - Qui gratis valutazioni e stime, quotazioni, coefficienti INIZIA LA STIMA GRATUITA
Servono un paio di foto - fatte anche con il telefonino - del quadro o dell'oggetto da collezionismo o vintage da valutare gratuitamente, perché in questo modo ci sarà possibile fornire una stima reale dell'opera o dell'oggetto, in quanto le quotazioni differiscono nell'ambito della produzione dello stesso autore o manifattura e la valutazione è sempre commisurata alla qualità dell'opera od oggetto e a tutti i precedenti d'asta, su opere delle stesse dimensioni, se esistono. I borsini o preziari mostrano infatti grandi limiti nell'arte e nel collezionismo. Se infatti funzionano discretamente per le automobili - che sono infinite repliche - non possono essere automaticamente applicati a un pezzo d'arte o di collezionismo. Le stime che ti offriamo gratuitamente -  in una sinergia Stile Arte-Catawiki - tengono conto dell'insieme di più fattori e possono riguardare quadri od oggetti di collezionismo di ogni provincia o di ogni area. Chi meno se ne intende - e facciamo l'esempio dell'arte - potrà sapere se quello che ha è una stampa o un'oleografia o un dipinto. Potrà conoscerne l'epoca, la qualità e ricevere una stima economica gratuita
 
 

cliccare sul bottone arancione, qui sotto, per inviare le foto

TUTTO AVVIENE ON LINE. SENZA DOVER PARLARE CON NESSUNO. CLICCARE SUL LINK GRATUITO ARANCIONE  QUI SOTTO, PER MANDARE FOTO E DESCRIZIONE OGGETTO PER LA STIMA GRATUITA E INFORMALE. PUOI COSI' CHIEDERE UN SEMPLICE PARERE sul valore di mercato dell'oggetto. E' dal 1995 che forniamo gratuitamente stime.
CLICCANDO TI SI APRIRA' UNA SCHEDA in cui dovrai mettere foto - è semplice come caricare un'immagine su Facebook - e indicare le dimensioni dell'oggetto

 

2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Tutte le opere di Mimmo Rotella all’asta on line, in questo istante. Entra e vedi

Nella grotta misteriosa del Kent decorata con 4 milioni e 600mila conchiglie. Video

Condividi
Tweet
+1
Condividi
WhatsApp