Press "Enter" to skip to content
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte,
metti "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook.

Scavano sotto il cocuzzolo di una torre in provincia di Sondrio. E trovano un intero castello sepolto

Condividi:

Seguici su Facebook e metti Mi Piace alla pagina di Stile Arte:

Avevano comprato quella piccola torre e il terreno circostante per 17mila euro. Si pensava che fosse qualcosa di isolato e di autonomo. Un punto minuscolo punto di guardia. Invece, togliendo tutto il pietrame alla base della torretta sono stati trovati i resti di un castello. Ciò è accaduto, recentissimamente a Castione Andevenno, un comune di 1.565 abitanti della provincia di Sondrio in Lombardia, situato a ovest del capoluogo, in una conca immersa nei vigneti. Splendido il racconto del ritrovamento che il sindaco, Massimiliano Franchetti, ha inviato ai concittadini in questi giorni, con gli auguri di Pasqua.
blank
“Volevamo restaurare la torre medievale che sorge appena sotto San Rocco, in una posizione dominante e che, una volta restaurata, unitamente al vigneto rinato nel frattempo, avrebbe reso la zona molto caratteristica. – racconta il sindaco Franchetti – Quest’anno, dopo varie peripezie, siamo riusciti a partire con i lavori e, dopo i primi scavi del pietrame accumulato intorno alla torre nel corso dei secoli dai vignaioli che spietravano le vigne circostanti, sotto uno spessore di circa 3-4 metri di ciottoli, abbiamo trovato un… Castello! A noi tutti noto come il Castello del Leone, da cui prende il nome anche il Paese! Potete immaginare la sorpresa di tutti, a cominciare dalla mia”.

“Come la storia ci insegna – prosegue Massimiliano Franchetti – sappiamo che la Valtellina era una vallata piena di castelli come tutte le valli alpine, Val d’Aosta e Trentino Alto Adige in primis, ma che i dominatori Grigioni, per fiaccare la resistenza dei sudditi valtellinesi, ordinarono che venissero tolti i tetti ai nostri castelli, così da non poter più essere utilizzati co-me baluardi di difesa nei vari tentativi di ribellione che connotarono i tre secoli di dominazione grigionese e di cui il famoso Sacro Macello fu l’episodio più importante. Probabilmente anche il nostro castello subì la stessa sorte e da lì cominciò un progressivo abbandono, protrattosi sino ai giorni nostri. Quello che abbiamo trovato sono una se-rie di ambienti, il cui scavo archeologico è ancora in corso, che ci indicano come i lacerti della torre che vediamo, non segnalassero la presenza di un solitario presidio di guardia del sistema di difesa medievale della città di Sondrio, ma di un vero e proprio maniero”.

“Ovviamente – conclude il sindaco – questa novità, oltre ad averci reso felici, perché, almeno per quanto mi riguarda, l’approfondimento della nostra storia è sempre un argomento interessante e su cui mi sento di impegnarmi doverosamente, ci pone in capo la necessità di trovare ulteriori risorse per completare il restauro dell’importante scoperta. E così siamo già al lavoro, per proseguire lo scavo archeologico, per progettare il recupero della struttura e per assicurarci i necessari fondi per completare l’opera. Fortunatamente abbiamo già trovato la sensibilità di alcuni Enti superiori, che speriamo si traduca presto in atti concreti, in modo di restituire alla nostra Comunità anche questo tassello del proprio passa-to, restaurato e fruibile, a testimonianza di un percorso storico che, partendo dalle Incisioni Rupestri della Ganda, ci parla di una Castione sempre popolata e vissuta nel corso dei secoli”.

blank

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a [email protected] inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
blank
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis blank   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto blank Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!