Home / Gli animali nell'arte / Scintillanti capolavori delle popolazioni nomadi della steppa. L’oro emanazione divina
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Scintillanti capolavori delle popolazioni nomadi della steppa. L’oro emanazione divina

Stile intervistò  Franco Marzatico, direttore del Castello del Buonconsiglio e curatore con Gianluca Bonora della mostra Ori dei cavalieri delle steppe. Riproponiamo l’articolo che consente di far luce sull’alto livello di produzione artistica e orafa raggiunta dalle popolazioni nomadi che convergevano sull’Ucraina.

Il Castello del Buonconsiglio ospita un evento espositivo decisamente singolare. Ci racconta come è nato questo progetto?

Il progetto è partito in verità dalla proposta giuntaci dai Musei dell’Ucraina di allestire una mostra dedicata al popolo degli Ittiti. Visto che però sull’argomento erano già state realizzate altre iniziative in passato, abbiamo preferito allargare lo specchio d’interesse a tutte le popolazioni nomadiche che, a partire dal primo millennio avanti Cristo, hanno dominato gli sconfinati territori che si estendono dall’Asia fino all’Europa Orientale e le cui testimonianze emerse in Ucraina sono raccolte nelle preziose collezioni di quei musei. Rispetto alle rassegne che negli ultimi trent’anni hanno fatto conoscere in Italia alcuni di questi popoli (la prima fu a Venezia nel 1977), ci siamo proposti di offrire una nuova prospettiva di lettura relativa alle espressioni comuni e peculiari delle classi dominanti delle civiltà nomadi, alla luce di fonti scritte, archeologiche ed etnografiche, a partire dall’Ucraina, porta orientale d’Europa e crocevia di antiche popolazioni nomadi che hanno profondamente influenzato la storia dell’Occidente. Il filo rosso attraverso il quale vogliamo suggerire questa analisi è quello dei segni del prestigio e del potere che caratterizzavano tali comunità e che sono decodificabili secondo segni di comunicazione affini a quelli di popolazioni a noi culturalmente più vicine, ovvero l’abbigliamento e i gioielli, gli armamenti e le finiture dei cavalli.

Un filo conduttore che quindi intende riflettere le analogie che avvicinano queste culture a quelle occidentali?

In effetti popoli che a noi sembrano lontanissimi, i cui nomi non ci dicono nulla, perché alcuni non sono nemmeno ricordati nei nostri libri di storia, come i Pecenighi o i Polovzi, in realtà condividevano notevoli influssi e contatti con il Mediterraneo e con la cultura occidentale, come documentano le fonti più antiche. Del resto si tratta di popoli guerrieri che con le loro vicende e le loro migrazioni hanno partecipato alla storia dell’Occidente. La tradizionale contrapposizione fra le “genti barbariche” considerate selvagge e quelle sedentarie, a cui invece corrispondevano ordine e norma, risale alle fonti più antiche, a cominciare da Omero. Tuttavia tale antinomia ci pare più letteraria che reale: lo splendore sfavillante dei gioielli, le armi impreziosite dall’oro e dalle gemme o i finimenti più ricchi per i cavalli, la sontuosità del vasellame cerimoniale da banchetto rappresentano di fatto simboli trasversali nello spazio e nel tempo di un’identica aspirazione all’autocelebrazione dei ceti più potenti. In fondo anche oggi gli emblemi del prestigio risiedono nelle auto potenti, negli abiti griffati, nei gioielli, nell’esibizione dell’argenteria buona durante le cene ufficiali…

Non si tratta della prima volta che la vostra istituzione ospita eventi dedicati a temi analoghi

No, infatti questo progetto espositivo rappresenta in qualche modo l’ideale prosecuzione delle passate rassegne Ori delle Alpi e Guerrieri, principi ed eroi fra il Danubio e il Po, ponendosi come una sorta di espansione verso Est delle aree tematiche già analizzate, grazie alla collaborazione instaurata con importanti istituti museali, di ricerca e specialisti internazionali.

Ci spiega come è stato pensato l’allestimento di questo evento e come si struttura il percorso espositivo? Attraverso un articolato itinerario che si snoda in numerose sezioni tematiche vogliamo offrire al visitatore la possibilità di ammirare un nucleo straordinario di circa quattrocento autentici tesori. Preziosi ornamenti per vesti e copricapi, monili e persino armi realizzate in oro mostrano lo sfarzo della vita aristocratica dei principi cavalieri delle steppe e ne documentano i rapporti culturali con le civiltà stanziali del Mediterraneo e dell’Asia, Greci, Romani e Persiani. Visibili per la prima volta al grande pubblico europeo, sfilano stupendi manufatti in oro e argento, creati al fine di esibire l’alto rango e il ruolo dominante dei principi delle varie tribù, e che illustrano il forte legame con la natura, che sfocia peraltro in un’arte animalistica, volta alla rappresentazione di una fauna reale e fantastica e collegata a credenze magico-religiose.

Vuole illustrarci in maniera sintetica la successione delle diverse sezioni?

Dopo una prima sezione di carattere introduttivo, che apre una finestra sul periodo che precede nelle steppe dell’Ucraina la presenza di popolazioni nomadiche, quando ancora vi erano culture stanziali di agricoltori e allevatori, si entra, con la seconda sezione, nel merito dell’affermazione della civiltà nomadica. Con la terza sezione si affronta nello specifico il tema dell’arte animalista, la più alta espressione creativa dei popoli delle steppe. Il quarto comparto propone la ricostruzione di un kurgan, un grande tumulo funerario, dove venivano sepolti gli esponenti dell’aristocrazia principesca con il loro prezioso corredo. La quinta sezione è incentrata sulla figura delle principesse nomadiche, e si sofferma sull’analisi dello sfarzo che ne caratterizzava l’abbigliamento e lo stile di vita, mostrando fra l’altro lussuosissimi monili in oro. Al trionfo del principe nomade e del suo potere politico, militare e sociale, è invece dedicata la sesta sezione, mentre la successiva si sofferma sulla figura del cavaliere e sui preziosi ornamenti dei destrieri che dovevano rispecchiare l’alto rango del principe. Viene poi affrontato il tema degli scambi e dei contatti fra Oriente e Occidente: attraverso oggetti provenienti dal mondo mediterraneo e orientale si testimoniano i fasti e la raffinatezza della vita aristocratica condotta da principi e cavalieri delle steppe, in antitesi allo stereotipo di un’esistenza solo selvaggia all’insegna della guerra e dei patti di sangue tramandato dalle fonti scritte. In conclusione, vi è una sezione che indaga il tema magico-religioso mediante una selezione di oggetti di valore rituale e simbolico.

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni:
MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri
 

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

   

Royal Talens: il rinomato brand - fondato nel 1899 e da sempre sinonimo di grandissima qualità - ha presentato  il suo più prestigioso set di pittura ad olio. Se si vuole acquistare o regalare il meglio del meglio ecco l'Edizione 'Excellent' in custodia in legno – Con vernice, tavolozza e pennelli. La vernice ad olio della gamma Rembrandt è realizzata con la più elevata concentrazione possibile di pigmento finemente macinato, con tutte le 24 pitture del set classificate come resistenti per 100 anni alla luce.Clicca qui per visualizzare e acquistare i prodotti Royal Talens

Royal Talens – Scatola con colori ad olio Rembrandt – Edizione 'Excellent' in custodia in legno – Con vernice, tavolozza e pennelli - Acquistala qui

E' possibile acquistare anche un set più accessibile al grande pubblico,  il Royal Talens - Rembrandt Oil Colour Box - Master Gold Edition. Meno colori e meno accessori, ma qualità massima.

Royal Talens - Rembrandt Oil Colour Box - Master Gold Edition - Acquistala qui

  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland

Old Holland: Colori - Qui trovi una selezione di colori a olio

WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg

Williamsburg olio Signature colori Set - Prezzo: EUR 63,70 + EUR 11,77 di spedizione

WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabil e Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON

Winsor & Newton Winton Oil Assortimento 10 Tubi 37 ml Assortiti - Prezzo consigliato: EUR 51,30 Prezzo OFFERTA: EUR 43,90 | Spedizione 1 giorno Risparmi: EUR 7,40 (14%) Tutti i prezzi includono l'IVA.

REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

C’è un morto nel ritratto. Come riconoscere presenze funebri nei dipinti. Finestre, alberi, tempeste

Moda nell’arte – Perché i potenti del Cinquecento vestivano in nero?