Home / Aneddoti sull'arte / Scoperta l’identità della donna che posò a gambe aperte per l’Origine del mondo di Courbet
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Scoperta l’identità della donna che posò a gambe aperte per l’Origine del mondo di Courbet


Uno dei più grandi misteri attorno ai soggetti d’arte è stato svelato. Ma anche il segreto di un’inquadratura così ardita. Uno studioso di letteratura, Claude Schopp, specialista di Dumas, rivela nel suo libro “L’Origine du monde, vie du modèle”, – uscita prevista: il 4 ottobre 2018 – che la modella utilizzata dal pittore Courbet per il famoso dipinto si chiamava Constance Quéniaux ed era una ex ballerina dell’Opera – nelle foto -.


È lavorando sulla corrispondenza tra Alexandre Dumas figlio e George Sand che il grande specialista francese di Dumas si è imbattuto casualmente in una frase sibillina che alludeva alle parti intime della ballerina Constance Quéniaux dipinte da Courbet.

Courbet1866

Gustave Courbet (1819-1877), L’origine del mondo, 1866, olio su tela, 46 x 55 cm

Ha così verificato ogni dato, stabilendo che Costance era stata in effetti in contatto con Courbet – aveva anche un quadro di Courbet stesso, che rappresentava un mazzo di camelie – ed era amante del pascià che aveva commissionato la scandalosa tela. All’epoca di Dumas e della Sand era noto a tutta la società parigina che Constance aveva posato a gambe aperte, nello studio di Courbet, forse per compiacere il proprio ricco amante, un diplomatico arabo. Poi questo particolare non era passato, nelle narrazioni, alle nuove generazioni e si era perso. Nel 1866, Constance Quéniaux aveva 34 anni, non ballava dal 1859 ed era una delle amanti di Khalil-Bey, che è stato ritenuto, da sempre, committente del dipinto. Ma la scoperta di Chopp non è solo una curiosità. Cambia infatti anche la prospettiva storica dell’immagine di questa vulva: non provocazione realistica e positivista da parte di Courbet, ma un vero e proprio ritratto di pube. Non il Pube, ma il pube. Uno specifico pube, uno specifico fruitore. Quindi tutti sapevano, a Parigi. Con il tempo, però, le allusioni furono incomprensibili alle nuove generazioni, con buona pace della ex ballerina, che non aveva mai fatto la prostituta, ma era divenuta amante di alcuni personaggi facoltosi. Costance aveva poi aveva proseguito probabilmente facendo affari nel mondo della finanza, divenendo anche filantropa. Essendo una donna potente e ricca, bisognava intendersi per allusioni, attorno a quell’episodio che probabilmente equivaleva – rapportato ad oggi – a un super-selfie – firmato peraltro, qui da un grande della pittura – per il proprio amante. Da non divulgare e da tenere nascosto. A ciò contribuiva il fatto che il volto, nel quadro, non appare.
Quand’ebbe circa cinquant’anni Costance era un’onoratissima signora della buona società parigina, che aiutava le ragazze in difficoltà, le vedove e gli orfani. Era citata per la sua eleganza e per la sua intelligenza. Il mutamento di status imponeva il rispetto. E quella della posa dovette essere considerata, dai coetanei, come una un errore di gioventù, da mettere sotto silenzio come le intemperanze giovanili di tante donne e uomini d’ogni epoca.

Il patrimonio, alla sua morte, dice Schopp era paragonabile a quello di un aristocratico. In precedenza si riteneva che il pube dell’Origine del mondo fosse di una modella irlandese, ricciuta e rossa. Questo particolare dei capelli e delle sopracciglia, d’un rame acceso,, non coincideva però con il monte di Monte di Venere del quadro, evidentemente di una donna marcatamente bruna. Era di Costance, “dai sopraccigli scuri e folti”.


Il primo proprietario del quadro L’Origine del mondo, con ogni probabilità il committente stesso della tela, fu, come dicevamo, il diplomatico ottomano Khalil-Bey (1831-1879).

Il diplomatico ottomano

Personalità eccentrica della Parigi bene degli anni sessanta del XIX secolo, mise insieme, prima di essere rovinato dai debiti di gioco, un’effimera ma sorprendente collezione, dedicata alla celebrazione del corpo femminile. Nel 1868 Khalil-Bey fu costretto a cedere il ritratto del pube di Costance all’Hotel Drouot; fu successivamente acquistata dal barone Ferenc Hatvany alla galleria Bernheim-Jeune di Parigi. Sotto la custodia di Hatvany, L’origine du monde sopravvisse sia alla rivoluzione ungherese del 1918, ma non alle razzie perpetrate durante la seconda guerra mondiale; per fortuna, il Barone riuscì a riappropriarsi del dipinto e a portarlo con sé a Parigi, dove fu venduto per 1.5 milioni di franchi allo psicoanalista Jacques Lacan. Nel 1995 il quadro entra nelle collezioni del Museo d’Orsay.

Courbet non ha mai smesso di rivisitare il nudo femminile, talvolta con una vena piuttosto libertina. Tuttavia, in questo quadro, l’artista si abbandona ad un’audacia e a un realismo che conferiscono all’opera un grande potere seduttivo. La descrizione quasi anatomica di un organo genitale femminile non è attenuata da alcun artificio storico o letterario. Grazie al grande virtuosismo di Courbet, alla raffinatezza della gamma delle tonalità ambrate, L’Origine del mondo sfugge allo statuto d’immagine pornografica. La schiettezza e l’audacia di questo nuovo linguaggio non escludono un legame con la tradizione: difatti, la pennellata ampia e sensuale e il ricorso al colore ricordano la pittura veneziana. Del resto, lo stesso Courbet faceva appello a Tiziano e al Veronese, al Correggio e alla tradizione di una pittura carnale e lirica.

 

Deborah De Robertis, con la nudità spalancata dialoga con Courbet e con Manet. Immagini e video

 

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni:
MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri
 

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

      FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland

Old Holland: Colori - Qui trovi una selezione di colori a olio

WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg

Williamsburg olio Signature colori Set - Prezzo: EUR 63,70 + EUR 11,77 di spedizione

WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON

Winsor & Newton Winton Oil Assortimento 10 Tubi 37 ml Assortiti - Prezzo consigliato: EUR 51,30 Prezzo OFFERTA: EUR 43,90 | Spedizione 1 giorno Risparmi: EUR 7,40 (14%) Tutti i prezzi includono l'IVA.

REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

L’annunciazione pittorica e scenica di Tiziano nella passione contemporanea di Richter – La sfocatura

Magia e occultismo nell’arte. Streghe, notte, spettri, spiriti-guida tra Ottocento e avanguardie storiche