Tag Archivi: Come dipingevano i cubisti

Il quadro cubista non veniva inventato, ma dipinto davanti al soggetto. Ecco come. Video del MoMa

Il Moma di New York ha ricostruito le modalità con le quali Braque, Picasso e gli emuli lavorarono ai dipinti cubisti. L'iniziale suggestione giunse da Cézanne, che nei paesaggi aveva rimarcato strutture lineari o parzialmente geometriche, presenti nella natura. Anche l'arte tribale africana mostrava singolarmente la comprensione di strutture fisse, angolose che radicavano sui punti fissi della terra, dell'esistere, dell'universo. Il Cubismo fu anche un adattamento alle scomposizioni scientifiche e alla verità dell'invisibile, che giungeva dalla scienza e dai microscopi. Braque e Picasso sottolinearono il fatto che nel Novecento non era più possibile guardare alla superficie delle cose, ma era necessario scomporle per individuarne i meccanismi. Lo specchio della realtà piana degli impressionisti era stato gettato a terra e mandato in frantumi. E ogni tassello rifletteva qualcosa di diverso, rispetto al quadro iniziale. Si imponeva un processo di astrazione, davanti a un soggetto da dipingere. Nel filmato, vediamo una natura morta realizzata, passo dopo passo con la tecnica cubista

Leggi Articolo »