Tag Archivi: Rovine e paesi abbandonati

Il mistero della chiesa sprofondata. Un fiume esce dalla sua porta. Andrei Tarkovsky vi girò Nostalghia. Video

In epoca romana, al posto dell'attuale chiesa, si trovava un tempio dedicato alle ninfe dell'acqua, realizzato a ridosso di una sorgente considerata sacra. Una serie di edifici si susseguirono nel tempo, con un importante intervento nel Trecento e Quattrocento e la definitiva sistemazione nel Seicento. Forse anche l'imponenza classica del nuovo edificio contribuì al fenomeno di progressiva sommersione, che venne probabilmente innescato dal terremoto del 1703

Leggi Articolo »

Rocca di Manerba. Sorvoliamo i ruderi per tre minuti. Il video dei meravigliosi resti del castello dei briganti

Per un attimo, nelle riprese aeree, osserveremo, sotto la rocca, un lungo imbocco che porta a ripari antichi, forse utilizzati soprattutto con fine di culto dei morti. La presenza dell'uomo sul Lago di Garda risale alla Preistoria, più precisamente al Tardo Neolitico (circa 4000 a.C.): sotto la Rocca, infatti, sono stati ritrovati resti di un villaggio del Mesolitico. I gardesani chiamano rocca tutto l'intero sperone roccioso, molto evidente da ogni parte, ritenendo che il nome sia originato dalla presenza della roccia, ma in realtà il toponimo è legato all'antica presenza di un apparato difensivo militare, la rocca, appunto. a manerba 2

Leggi Articolo »

I luoghi più belli e abbandonati del mondo. Romantici? Noir? Il filmato

Luoghi abbandonati, spesso percorsi dal fremito di ricordi terribili e inquieti. La cultura romantica ha orientato la nostra immaginazione a percepire palazzi ed edefici come fossero dotati di una perconalità propria, spesso orientata dalle energie assorbite durante la propria piena operatività. Comunque sia risulta assolutamente fondato che l'ambiente incide sulle nostre inclinazioni. Mettiamole alla prova entrando in questi luoghi bloccati dal tempo. 

Leggi Articolo »

Viaggio nei paesi-fantasma d’Italia. Villaggi spettrali e monumenti. Il video

Il fascino tutto romantico delle rovine ha eliminato ogni traccia di dolore antico, lasciando alle vestigia il ruolo di splendidi testimoni delle capacità costruttive degli italiani; delle loro fantasia, del rapporto tra pragmatismo e propensione alla bellezza. Nel nostro Paese molto borghi antichi sono stati abbandonati per svariati motivi tra il XIX e il XX secolo. Guerre, malattie. Ma, ancor di più, dissesti idrogeologici e terremoti. Case e palazzi, con il passare del tempo hanno perduto i tetti, crollati sotto la neve o la pioggia, a causa della mancata manutenzione. Ma sono belli così, come furono lasciati, questi monumenti, frequentati da cavalli bradi che si riparano dal caldo e dalle intemperie

Leggi Articolo »