Press "Enter" to skip to content
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte,
metti "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook.

Ti piace l’Impressionismo e non vuoi confessarlo? Da dove derivano amore e senso di colpa. In poche righe

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   

Agli intellettuali di sinistra non piace la dichiarazione: “Amo gli impressionisti“. Sono cent’anni che è così. Ma perché? Perché un’arte straordinaria finisce per essere il grande amore inconfessabile da parte del pubblico?
L’Impressionismo, come ben sappiamo, nacque in Francia a partire dagli Sessanta dell’Ottocento e fece la propria ufficiale apparizione nel 1874, con la mostra di alcuni importanti pittori, tenuta nell’atelier fotografico del fotografo Nadar, a Parigi. In quella mostra vennero esposte le opere di trenta artisti tra cui Paul Cézanne, Edgar Degas, Claude Monet, Berthe Morisot, Camille Pissarro, Auguste Renoir e Alfred Sisley. La mostra suscitò scandalo perchè, di fatto, i pittori presentarono – in alcuni casi – come finiti, appunti sintetici o bozzetti o impressioni.
L’atto d’avanguardia fu, insomma, quello di credere in opere non troppo elaborate o sfinite sotto il profilo tecnico. Ciò che contava, sempre più, era l’impressione immediata della natura, ricevuta dal pittore e gettata sulla tela. Il primo sguardo – anche se poi le opere venivano portate in studio per la finitura che non era sempre rapidissima, come crediamo generalmente – consentiva di rivelare l’anima e la struttura del paesaggio stesso e a comunicare la bellezza abbacinante della natura e dei giardini.

Dopo le prime opposizioni dei critici ufficiali degli anni Settanta dell’Ottocento – molto legati alla pittura accademica e alla pittura pedagogica legata alla Storia – l’Impressionismo divenne amatissimo dal pubblico e si diffuse come linguaggio ottico portante che percorse, seppur tra mille contestazioni, il Novecento, diventando il linguaggio preminente dell’Occidente liberal-democratico. Gli impressionisti – e soprattutto quelli legati a Monet e Renoir – cercavano la gioia dell’istante luminoso sia in natura che – nel caso di Renoir – in case di campagna, in cui donne e bambini manifestavano la felicità d’esistere.

blank
La riflessione sul fenomeno impressionista continuò, pur a fronte di posizione avanguardiste, nell’intero Novecento. Qui l’opera di un artista americano che nel 1940, in controtendenza, lavora su una matrice che unisce impressionismo e realismo analitico. Daniel Garber (1880-1958), The River Road, 1940, olio su tela, 76,2 x 71,1 cm

L’Impressionismo fu al centro – negli ultimi anni dell’Ottocento e per il Novecento intero – delle critiche demolitive che giungevano da critici, pittori e politici dell’area socialista e marxista. Facile capire il perchè. I pittori impressionisti, a giudizio delle sinistre, dipingevano gioie ottiche per borghesi e aristocratici e rappresentavano il lato bello del mondo, senza descrivere conflitti sociali o lotta di classe. E’ soprattutto la lotta di classe ad ossessionare i marxisti e, poi, i socialdemocratici a noi contemporanei. Tutta l’arte deve – a loro giudizio – essere pedagogica, contenere una morale, essere impegnata socialmente e portare al compimento della loro utopia: la dittatura del proletariato, che è, in realtà, la dittatura di filosofi e pedagoghi d’area marxista, sul mondo. L’arte marxista e socialdemocratica – anche oggi – deve essere al servizio del politicamente corretto. Deve essere provocatoria – o fingere di esserlo -, infastidire i borghesi – ma quali? – funzionale e funzionalista, cioè utile all’industria globalista, in quanto essa compie ricerche su forme e design che possono essere riprese e utilizzate, senza spese di ricerca, nell’ambito produttivo. Non deve essere necessariamente bella, ma essere – sempre – pedagogica. Quindi deve occuparsi di ecologia, dei diritti dei neri, dei diritti degli immigrati, di femminismo, femminicidio eccetera -. Non che questi diritti non siano fondamentali. Lo sono. Ma non devono essere oggetto ossessivo dell’arte moralista, che nega ogni altra forma di espressione.
La critica marxista risparmiò alcuni impressionisti o loro “compagni di strada” che parlavano – anche – di povertà o di prostituzione, considerata frutto del mercimonio borghese. I marxisti e loro epigoni socialdemocratici tendono a salvare, in quegli anni e in quella temperie- Degas o il poco impressionista Toulouse-Lautrec.

E’ interessante notare quanto anche i nazisti o fascisti – le cui radici traggono linfa da un analogo humus marxista – non amassero l’impressionismo. Ed è per questa somma di ragioni – che dipartono, in un modo o nell’altro, dalla figura di Marx e dalle sue idiosincrasie proiettate nel futuro – che l’impressionismo rimane – anche oggi, pur essendo amatissimo – un desiderio ottico proibito e, pertanto, inconfessabile.

blank

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a [email protected] inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
blank
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis blank   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto blank Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo a cura della redazione di Stile arte

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti.

Vuoi rimanere aggiornato su offerte, occasioni, gadget a prezzi stracciati? Moda, arte, tecnologia sono la tua passione? Segui il nostro canale Telegram. Stile arte seleziona per te i prezzi del momento. Buoni, sconti e opportunità da cogliere al volo. L'iscrizione è semplice e grautita, Clicca qui per iscriverti al canale: https://t.me/stilearte Sei poco pratico di Telegram e vuoi capire di cosa si tratta? Leggi questo nostro approfondimento -> https://www.stilearte.it/?p=279033

Colori a olio: ecco le recensioni:

MAIMERIblank: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeriblank
 
blank
Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)
   

Royal Talens: il rinomato brand - fondato nel 1899 e da sempre sinonimo di grandissima qualità - ha presentato  il suo più prestigioso set di pittura ad olio. Se si vuole acquistare o regalare il meglio del meglio ecco l'Edizione 'Excellent' in custodia in legno – Con vernice, tavolozza e pennelli. La vernice ad olio della gamma Rembrandt è realizzata con la più elevata concentrazione possibile di pigmento finemente macinato, con tutte le 24 pitture del set classificate come resistenti per 100 anni alla luce.Clicca qui per visualizzare e acquistare i prodotti Royal Talensblank

blank
Royal Talens – Scatola con colori ad olio Rembrandt – Edizione 'Excellent' in custodia in legno – Con vernice, tavolozza e pennelli - Acquistala qui
E' possibile acquistare anche un set più accessibile al grande pubblico,  il Royal Talens - Rembrandt Oil Colour Box - Master Gold Edition. Meno colori e meno accessori, ma qualità massima.
blank
Royal Talens - Rembrandt Oil Colour Box - Master Gold Edition - Acquistala qui
  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrarioblank  
blank
CASSETTA IN LEGNO DI FAGGIO MISURE 30X40 COLORI OLIO VAN DYCK FERRARIO
  OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Hollandblank
blank
Old Holland: Colori - Qui trovi una selezione di colori a olio
WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburgblank
blank
Williamsburg olio Signature colori Set - Prezzo: EUR 63,70 + EUR 11,77 di spedizione
WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTONblank
blank
Winsor & Newton Winton Oil Assortimento 10 Tubi 37 ml Assortiti - Prezzo consigliato: EUR 51,30 Prezzo OFFERTA: EUR 43,90 | Spedizione 1 giorno Risparmi: EUR 7,40 (14%) Tutti i prezzi includono l'IVA.